Crolla intonaco da palazzo Scs, chiusa parzialmente piazza Pianciani - Tuttoggi

Crolla intonaco da palazzo Scs, chiusa parzialmente piazza Pianciani

Redazione

Crolla intonaco da palazzo Scs, chiusa parzialmente piazza Pianciani

Ordinanza del Comune dopo l'intervento sul posto di vigili del fuoco e municipale | Disposta la messa in sicurezza dell'edificio
Gio, 27/07/2017 - 12:19

Condividi su:


Crolla intonaco da palazzo Scs, chiusa parzialmente piazza Pianciani

Crollano calcinacci dal palazzo della Spoleto Credito e Servizi ed il Comune dispone la chiusura di una parte di piazza Pianciani. La decisione è arrivata oggi, con un’ordinanza a firma del sindaco Fabrizio Cardarelli, che impone la messa in sicurezza dell’edificio entro 10 giorni.

L’ordinanza vede le mosse dal sopralluogo effettuato il 25 luglio da un tecnico del Comune insieme ai Vigili del fuoco e Polizia municipale, dopo la telefonata arrivata alla centrale operativa dei vigili urbani “in seguito al crollo di una porzione di intonaco dal parapetto del palazzo sito in piazza Luigi Pianciani n. 5 di proprietà della Spoleto Credito e Servizi soc.coop.”. Sopralluogo che ha accertato la situazione di pericolo data dalla possibilità di distacco di altre parti dal prospetto dell’edificio ed ha visto quindi il transennamento e interdizione dell’area adiacente l’edificio, compreso l’ingresso principale di palazzetto Pianciani, al n. 5.

L’ordinanza dichiara quindi l’inagibilità temporanea della porzione di piazza Luigi Pianciani nel lato adiacente il civico n.5 ed ordina ai proprietari (la Scs appunto):

  • di mantenere efficiente la delimitazione provvisoriamente apposta dai Vigili del fuoco in piazza Luigi Pianciani;
  • di non accedere e non consentire l’accesso alla porzione di piazza dichiarata inagibile fino all’esecuzione degli
    interventi necessari per la messa in sicurezza;
  • di provvedere alla messa in sicurezza della facciata del palazzo sito in piazza Luigi Pianciani n.5 entro DIECI giorni dal ricevimento della presente e di comunicare alla Direzione Tecnica, tramite un proprio tecnico incaricato, l’avvenuta messa in sicurezza.

Condividi su:


Aggiungi un commento