Crisi idrica, ordinanza del sindaco Di Girolamo contro sprechi di acqua. Si rischiano multe fino a 500 euro - Tuttoggi

Crisi idrica, ordinanza del sindaco Di Girolamo contro sprechi di acqua. Si rischiano multe fino a 500 euro

Redazione

Crisi idrica, ordinanza del sindaco Di Girolamo contro sprechi di acqua. Si rischiano multe fino a 500 euro

Mer, 04/07/2012 - 11:40

Condividi su:


Da oggi e fino al 30 settembre 2012, nella fascia oraria tra le 9 e le 21, è in vigore il divieto di prelievo dalla rete idrica di acqua potabile per uso extra-domestico ed in particolare per l’innaffiamento di orti, giardini, il lavaggio di automezzi, la pulizia ed il lavaggio di fosse biologiche, con esclusione degli operatori professionali.
Lo stabilisce un’ordinanza firmata ieri dal sindaco Leopoldo Di Girolamo, dopo che il Servizio Idrico Integrato aveva richiesto ufficialmente al Comune l’attivazione delle misure necessarie “per garantire l’uso corretto della risorsa idrica”. L’ordinanza prevede anche, per le violazioni, l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro.

“Qualora l’innaffiamento avvenga con impianti automatici – si legge ancora nell’ordinanza – essi dovranno essere utilizzati in modo da evitare inutili sprechi d’acqua”. Inoltre: “i prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per normali usi domestici, zootecnici e industriali e comunque per tutte quelle attività regolarmente autorizzate per le quali necessiti l’uso di acqua potabile”. Sono poi esclusi dall’ordinanza “i servizi di igiene urbana”, mentre “il riempimento delle piscine, sia pubbliche che private, nonché il rinnovo parziale dell’acqua è consentito in ragione del mantenimento dei parametri d’igiene previo accordo sulle fasce orarie da concordare con il gestore della rete di acquedotto”.

In generale, così come aveva già fatto l’assessore all’ambiente e all’igiene pubblica Luigi Bencivenga nei giorni scorsi, l’ordinanza, tenendo conto del periodo estivo – anche se non c’è una crisi idrica nel comprensorio – invita la cittadinanza a comportamenti virtuosi nell’utilizzo delle risorse idriche. Si chiede perciò ai cittadini di “controllare il corretto funzionamento dei propri impianti idrici al fine di individuare eventuali perdite occulte”; “di attrezzare i sistemi irrigui del verde con irrigazione a goccia, con sistemi temporizzati”; “di usare dispositivi per il risparmio idrico quali i frangi getto per i rubinetti”; “di usare lavatrici e lavastoviglie sempre a pieno carico”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!