Criminalità comune, firmato accordo tra Prefettura, Forze di Polizia e Federazione Tabaccai

Criminalità comune, firmato accordo tra Prefettura, Forze di Polizia e Federazione Tabaccai

Migliorare la prevenzione e la repressione dei fenomeni criminali a danno dei rivenditori di generi di monopolio


share

Nella mattinata odierna, ha avuto luogo in Prefettura la sottoscrizione dell’atto di adesione al “Protocollo Quadro per la prevenzione della criminalità nelle rivendite di generi di monopolio”, da parte del Prefetto di Perugia, Claudio Sgaraglia, dei vertici territoriali delle Forze di Polizia e della Presidente Provinciale della Federazione Italiana Tabaccai, Grazia Mattu.

Il predetto Protocollo, stipulato tra il Ministero dell’Interno e la Federazione Italiana Tabaccai l’11 dicembre 2014 e rinnovato il 7 marzo 2017, si inquadra nell’ambito delle iniziative volte ad implementare i livelli di sicurezza degli operatori economici anche attraverso un sempre maggiore impiego di sistemi di videosorveglianza, nonché favorendo la diffusione di strumenti di pagamento elettronico.

Il documento, infatti, attraverso la previsione di specifici impegni delle parti, mira a rafforzare tra le stesse, nell’ambito delle rispettive competenze, il rapporto di collaborazione per migliorare l’attività di prevenzione e repressione dei fenomeni criminali, soprattutto di tipo predatorio, in danno dei rivenditori di generi di monopolio.

In particolare, l’intesa prevede che venga favorito lo scambio di informazioni sui fenomeni legati alla criminalità, al fine di studiare azioni e progetti condivisi sul tema della sicurezza, nonché della prevenzione e repressione dei fenomeni criminali. Saranno inoltre promosse iniziative e corsi volti a favorire la diffusione della cultura della legalità e della responsabilità presso i rivenditori di generi di monopolio. Questi ultimi provvederanno ad incrementare il ricorso a sistemi di videosorveglianza, anche all’esterno delle tabaccherie collegati con le sale operative delle Forze di Polizia ed a strumenti di pagamento elettronico. Verrà inoltre dato nuovo impulso all’installazione di sistemi di sicurezza passiva quali casseforti, blindature ed allarmi antintrusione.

All’atto della firma, il Prefetto Sgaraglia ha voluto evidenziare la rilevanza dell’odierno Protocollo, che costituisce un importante strumento per innalzare ulteriormente i livelli di sicurezza presso le rivendite dei generi di monopolio, a beneficio sia degli operatori economici che della clientela.

 

share

Commenti

Stampa