Covid Castello, superati 1000 positivi e c'è 80^ vittima | Tensioni all'hub di Trestina - Tuttoggi

Covid Castello, superati 1000 positivi e c’è 80^ vittima | Tensioni all’hub di Trestina

Davide Baccarini

Covid Castello, superati 1000 positivi e c’è 80^ vittima | Tensioni all’hub di Trestina

Mer, 05/01/2022 - 16:01

Condividi su:


Nonostante il record giornaliero di guariti (68) a Città di Castello la variante Omicron fa salire i contagi a 1002 unità (sempre 7 i ricoverati) | Al centro vaccinale tifernate intervenute le forze dell'ordine per riportare la calma

Nonostante il record giornaliero di guariti (68 in sole 24 ore), Città di Castello ha superato oggi (5 gennaio) la soglia di 1000 positivi al Covid-19 (1002, tra cui 7 ricoveri), in virtù di 144 nuovi casi registrati.

Purtroppo nel Comune è arrivata anche l’80^ vittima tifernate da inizio pandemia, a poco più di un mese dall’ultimo decesso, avvenuto lo scorso 3 dicembre.

Ma nonostante la variante Omicron corra, è sempre più difficile, se non impossibile, prenotare un vaccino nei due centri di Trestina e Umbertide. Ad oggi, ad esempio, risultano disponibili solo gli hub di Gualdo Tadino e Norcia, e non prima del 13 gennaio.

E proprio al punto vaccinale di Trestina, nella serata di ieri (4 gennaio), si sono registrate lunghissime file e tensioni tra chi era in coda con la prenotazione e chi invece ha deciso di recarsi davanti al Cva senza quest’ultima, per tentare di accaparrarsi una dose avanzata aspettando addirittura fino a mezzanotte. Solo le forze dell’ordine, intervenute sul posto, avrebbero riportato la situazione alla calma.

I positivi, oltre al caso particolare di Città di Castello, aumentano anche a Umbertide (+58), arrivato a 314 contagi (di cui 3 ricoveri), e a San Giustino (+40), ora a 237 (e un caso ospedalizzato). Seguono Citerna (+9) a 62 (2 ricoveri), Pietralunga (+8) a 57, Montone (+5) a 32 (1 ricovero) e Monte Santa Maria Tiberina (+4) a 38. L’unico Comune in controtendenza è Lisciano Niccone, che fa registrare 4 guariti e zero nuovi contagi, scendendo così a 16 positivi in totale.

In tutti i Comuni altotiberini e della Regione, a fronta dell’attuale situazione, l’attività educativa e didattica dei servizi socio-educativi per la prima infanzia nella fascia di età 0-3 anni, sia pubblici che privati, sarà sospesa nelle giornate di venerdì 7 e sabato 8 gennaio, per riprendere lunedì 10 gennaio.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!