Costi illuminazione svincoli E45, si rivedono gli accordi

Costi illuminazione svincoli E45, si rivedono gli accordi

Attualmente le utenze sono a carico del Comune di Perugia | Approvato l’ordg a firma Borghesi e Mirabassi


share

Rivedere gli accordi con Anas datati 1989 sugli impianti di illuminazione degli svincoli sulle E45 ora a carico del Comune. Approvato in consiglio lunedì, con 19 voti a favore e un astenuto, l’ordine del giorno dei consiglieri del Pd Borghesi e Mirabassi. “Con questo ordine del giorno – dichiarano i Consiglieri Comunali Erika Borghesi, Leonardo Miccioni e Alvaro Mirabassi – abbiamo chiesto a sindaco e giunta di attivarsi per rivedere gli accordo con Anas  intercorsi nel 1989 e di chiedere ad Anas di procedere ad una ricognizione degli svincoli di sua competenza per verificarne il corretto funzionamento e, in caso di totale assenza di illuminazione, come per esempio nelle zone di Bosco e di Ponte Pattoli, di procedere alla messa in sicurezza degli stessi mediante l’installazione dei relativi impianti.

Gli svincoli. Infatti nell’ambito di studi e approfondimenti, compiuti dal gruppo Pd proponenti ed aventi come oggetto la Strada Stradale E45, è emerso che per un numero rilevante di svincoli Anas del Comune di Perugia, le utenze relative agli impianti di illuminazione sono a carico dell’ente e solo in modo residuale a carico dell’Anas. “Questo – continuano i consiglieri democratici – causa una spesa a carico del comune di Perugia di decine di migliaia di euro. In particolare si fa riferimento agli impianti di illuminazione degli svincoli Ponte San Giovanni 1, Ponte San Giovanni 2, Piscille, Madonna Alta, Ferro di Cavallo, Olmo km. 49+000 Strada Trasimeno Ovest”. Attualmente, infatti, Anas, già si occupa dei lavori di manutenzione degli impianti di illuminazione in corrispondenza di svincoli ed innesti, a dimostrazione del fatto che la competenza è dell’Ente proprietario.

Un risparmio. “E’ evidente che – continuano i Consiglieri – le somme recuperate rappresenterebbero un risparmio importante in grado di andare a riqualificare servizi essenziali. Siamo molto soddisfatti per l’approvazione unanime della nostra proposta e ringraziamo il Consiglio Comunale che ha compreso l’importanza della tematica e i colleghi Consiglieri che, con il loro voto a favore sia in commissione prima sia in Consiglio Comunale oggi, hanno dimostrato una sensibilità che va altre la provenienza politica della proposta.”

share

Commenti

Stampa