CORTOFONINO FILM FESTIVAL: VINCE KING KONG REDUX

CORTOFONINO FILM FESTIVAL: VINCE KING KONG REDUX

share

A Palazzo di Primavera il pubblico ha decretato il suo cortofonino preferito: è stato sempre King Kong Redux, di Margherita Capobianco e Georgia Medin da Milano, già premiato dalla giuria tecnica il 24 novembre  a Roma, ex-aequo con Marselo. Per il corto delle due milanesi di professione copywriter è stato un tripudio.

King Kong Redux racconta del famoso gorilla che invade la città di Milano, salvo scoprire che è solo un pupazzo. Per la giuria “è risultato il migliore ed il più apprezzato per l'impianto narrativo, la freschezza ironica, le soluzioni di taglio e regia che in una durata concentrata risolvono il tema della parodia e della citazione cinematografica di culto, mantenendo una immediatezza ed una comprensibilità per il pubblico che non va a scapito né dell'originalità, né dello stile, dimostrando che anche con un telefono cellulare è possibile concepire e realizzare storie compiute”.

Marselo racconta di un pittore che con pennellate lapidarie crea una tela, per scoprire alla fine che il soggetto raffigurato di spalle è se stesso. La giuria “ha voluto dare un riconoscimento alla qualità tecnica e stilistica del prodotto, risultato  tra tutti quelli presentati, il più compatto, dinamico, curato nella luce, nei dettagli e nella composizione e risolto narrativamente.  Un'opera breve con il respiro dello spot, che gioca le sue carte tra la citazione colta e la riflessione del rapporto con l'arte e la creatività. Una scelta questa da parte della giuria, che vuole essere anche un segnale ed un invito per i concorrenti, a non trascurare la forma, il montaggio, le potenzialità linguistiche a vantaggio della mera estemporaneità”.

Sempre a Terni sono stati proiettati in ANTEPRIMA ITALIANA i corti del Pocket Film Festival del Centro Pompidou – Parigi; c'è stato un incontro sul tema: “Cellulare. Nuovo mezzo d'informazione/intrattenimento”, dove è intervenuto il giornalista Alfonso Marchese.

Il 24 gli spettatori di Roma invece hanno attribuito il premio del pubblico a Sflais Nais di Giuseppe Peronace da Roma: è la storia di una coppia che in effusioni amorose sul divano non si accorge del ladro maliardo che svaligia l'appartamento. Sflais Nais si è anche aggiudicato il premio degli utenti di internet.  La giuria tecnica ha anche attribuito il premio al miglior messaggio. È andato a Sergio Maccari di Terni, con il moto di spirito: “Sei bella come l'estate,sei raggiante come il sole,sei incantevole come un paesaggio di montagna…scusa ma sto finendo i caratteri:usciamo questa sera?”. Infine ha attribuito il premio al miglior MMS: vincitore è Tv-Catch-Me di Annalisa Cervi da Mantova, immagine di una donna che s'illumina con lo schermo del televisore.

La giuria tecnica era composta da Paola Tiziana Cruciani, attrice e sceneggiatrice; Francesco Castellani, regista, sceneggiatore e produttore per la Set Produzioni; Alina Pinelli, del canale televisivo MusicBox Italia di Giglio Group; Oriana Maerini, direttrice del giornale http://www.cinebazar.it/; Andrea di Mario, critico cinematografico e selezionatore del Pesaro Film Festival; Luigi de Filippis, autore Rai; Mario Orfini, regista e produttore. Il cortofonino film festival è la prima competizione italiana di cortometraggi girati con il cellulare. È organizzato dall'Associazione Culturale Libera Ilota in collaborazione con il comune di Terni – Assessorato alla Cultura e alla FUS, Fondazione Umbria Spettacolo.

share

Commenti

Stampa