Coronavirus, primo contagio tra magionesi | Fatte 11 multe, chiusi gli ultimi bar - Tuttoggi

Coronavirus, primo contagio tra magionesi | Fatte 11 multe, chiusi gli ultimi bar

Redazione

Coronavirus, primo contagio tra magionesi | Fatte 11 multe, chiusi gli ultimi bar

Il sindaco: tutte le mascherine vanno bene, usate anche i guanti
Gio, 19/03/2020 - 20:57

Condividi su:


Due nuovi positivi al Coronavirus a Magione. Tra questi c’è il primo esempio di contagio “non esterno”, cioè tra magionesi, anche se legato ai casi precedenti.

Il numero di persone coinvolte a Magione dalla trasmissione del virus sale a cinque. Sono tutti in quarantena nella propria abitazione, e in buone condizioni di salute. Uno è ancora ricoverato in ospedale.

Al Trasimeno sono 26 i casi positivi al Coronavirus

I due casi di oggi a Magione, comunicati da USL Umbria 1 – spiega il sindaco Giacomo Chiodini – sono collegati ai contagi conosciuti e riguardano persone già in isolamento da diversi giorni con i propri familiari. Tutta la catena dei contatti era già stata oggetto di indagine. A differenza del passato la trasmissione è però avvenuta internamente al nostro territorio, cioè ‘tra magionesi‘”.

“Restate a casa”

Un quadro che non deve spaventare, dice il sindaco, ma far accrescere un maggior senso di responsabilità: “Cerchiamo azzerare le uscite e rispettare sempre le distanze di sicurezza“.

A questo proposito si ricorda l’opera dei volontari della Misericordia Magione per la consegna della spesa a domicilio: grazie a tutti coloro che si stanno mettendo a disposizione.

In strada senza motivo, 11 denunciati

Proseguono intanto i controlli su cittadini che “girano” senza significativo motivo. In soli due giorni – informa il sindaco Chiodini – la polizia locale e i carabinieri hanno denunciato circa 11 persone.Un lavoro, quello su strada – sottolinea il sindaco – difficile e che non trova sempre sufficiente rispetto verso la divisa da parte di chi viene fermato. Grazie quindi ai nostri vigili, all’arma e alle altre forze dell’ordine impegnate, oggi ad esempio la guardia di finanza“.

Chiusi gli ultimi bar

Si è anche proceduto a chiudere con ordinanza gli ultimi bar legittimamente aperti dopo il decreto #iorestocasa, si trattava degli esercizi attivi in aree di servizio e stazioni ferroviarie.

Mascherine e guanti

Poi il sindaco dà un consiglio sui presidi individuali di sicurezza: “Le mascherine sono ancora difficili da trovare, anche se tutte vanno bene e non solo quelle con sigla FFP. I guanti in lattice sono però alla portata di tutti: usateli se siete costretti ad uscire“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!