Coronavirus, in Umbria la metà ha tra i 40 e 64 anni. Le percentuali in base ai tamponi - Tuttoggi

Coronavirus, in Umbria la metà ha tra i 40 e 64 anni. Le percentuali in base ai tamponi

Sara Fratepietro

Coronavirus, in Umbria la metà ha tra i 40 e 64 anni. Le percentuali in base ai tamponi

I positivi al Coronavirus per fascia d'età e sesso. In 4 comuni il tasso dei casi rispetto al numero degli abitanti supera il 4%
Gio, 02/04/2020 - 18:50

Condividi su:


Coronavirus, in Umbria la metà ha tra i 40 e 64 anni. Le percentuali in base ai tamponi

In Umbria praticamente la metà delle persone positive al Coronavirus ha tra i 40 e 64 anni. Ma finora il Covid-19 è stato riscontrato anche tra bambini e ragazzi. Mentre gli ultraontattenni, coloro tra i quali si contano la maggior parte dei decessi, risultati positivi sono meno del 10%.

I positivi al Coronavirus per fascia d’età

Per la precisione, il 49% dei casi positivi in Umbria ha tra i 40 e 64 anni. Seguono le fasce d’età che vanno tra i 18 e 39 anni e quella tra i 65 e 79, entrambe intorno al 19%. Mentre il 9,5% dei positivi ha oltre 80 anni. Quanto ai più piccoli, l’1,5% ha dai 6 ai 13 anni, lo 0,85% dai 14 ai 17 anni e nemmeno lo 0,3% meno di 6 anni.

Il dato fa riferimento ai positivi in Umbria alla data del 25 marzo ed a fornirlo è la Regione Umbria attraverso un nuovo strumento messo in campo. Si tratta della Dashboard promossa dall’ente e che permette una più agevole lettura dei dati.

Uomini e donne quasi in parità

Dai dati si apprende anche che il 48,8% dei positivi è di sesso femminile, mentre il 51,2% maschile. Non c’è dunque una sostanziale differenza in Umbria tra chi viene colpito dal Coronavirus.

La percentuale di positivi sui tamponi

Tra i dati ulteriori rispetto a quanto comunicato ogni giorno dalla Regione Umbria attraverso il suo bollettino con i casi positivi e ricoverati, c’è anche l’incidenza dei nuovi casi sui tamponi effettuati.

Considerando la percentuale di casi positivi su tamponi nel tempo registra nella giornata di oggi un tasso inferiore. Nella giornata del 2 aprile, infatti, è pari all’11%. Nei tre giorni precedenti era stato del 12%. Il picco si è avuto il 10 marzo, con il 23% di casi positivi in base ai tamponi effettuati.

Le altre percentuali

Quanto alle percentuali sui dati già forniti giovedì mattina. Quanto ai dati dei positivi, rispetto a ieri c’è stato un aumento del 3% (+33 persone). Nessuna variazione, come detto, sul numero dei ricoverati, mentre le 2 persone in più in terapia intensiva valgono un 4,4% in più. Aumento significativo (+6,3%) delle persone in isolamento domiciliare, mentre il 4,7% ne sono uscite. I tamponi registrano un +7,2%, mentre i guariti +53% e i clinicamente guariti +1,7%. Quanto ai deceduti, la percentuale è del 2,7%.

Il tasso dei positivi rispetto agli abitanti: 4 comuni oltre il 4,29%

La dashboard della Regione Umbria fornisce anche una mappa dalla quale è possibile estrapolare il tasso dei positivi per 1000 residenti. In quattro piccoli comuni il tasso supera il 4%. Si tratta di Castel Giorgio (11 positivi, il 5,23% della popolazione), Porano (8 casi, il 5,14% della popolazione), Giove (9 positivi, il 4,74%) e Preci (appena 3 casi positivi che valgono il 4,29% della popolazione).

Fioroni: utile strumento anche per gli amministratori locali

La dashboard è raggiungibile attraverso il portale della Regione Umbria dedicato all’emergenza Coronavirus (www.regione.umbria.it/coronavirus).

Sappiamo che in questi giorni – afferma l’Assessore Michele Fioroni – è alta l’attesa delle informazioni giornaliere sull’andamento dell’emergenza sanitaria nella nostra regione. Abbiamo quindi cercato di realizzare una dashboard che possa fornire in maniera chiara e puntuale, tutti i dati riguardanti l’emergenza nella Regione Umbria”.

Inoltre – prosegue Fioroni – ci stiamo anche impegnando per migliorare la grafica e l’organizzazione delle informazioni all’interno della sezione dedicata al Covid-19. Ci auguriamo che la nuova modalità di rappresentazione grafica delle informazioni possa, non solo rispondere ad un doveroso bisogno di informazione e trasparenza, ma possa anche rappresentare un utile strumento conoscitivo per gli amministratori locali. Un plauso a tutti coloro che stanno lavorando in questi momenti di emergenza per una trasparente informazione”.

Come è strutturata la dashboard

La Dashboard, realizzata in collaborazione con la Protezione Civile dell’Umbria, la funzione sanità del Centro Operativo Regionale, Anci, la Direzione Risorse programmazione cultura e turismo e la divisione ICT della Giunta Regionale, è strutturata con i dati riguardanti gli attualmente positivi, i guariti clinicamente, i guariti, i deceduti, i tamponi eseguiti, i ricoverati, i ricoverati in terapia intensiva, coloro che sono in isolamento domiciliare e quelli usciti dall’isolamento, e le relative percentuali. Inoltre vengono rappresentati dei grafici che riportano le statistiche per fascia d’età e sesso.


Condividi su: