Coronavirus: 3 infetti, chiuso il Creo | Sindacati all'attacco per il taglio indennità agli ospedalieri

Coronavirus: 3 infetti, chiuso il Creo | Sindacati all’attacco per il taglio indennità agli ospedalieri

Redazione

Coronavirus: 3 infetti, chiuso il Creo | Sindacati all’attacco per il taglio indennità agli ospedalieri

I sindacati chiedono anche più sicurezza e assunzione di altro personale
Mer, 25/03/2020 - 20:11

Condividi su:


Coronavirus: 3 infetti, chiuso il Creo | Sindacati all’attacco per il taglio indennità agli ospedalieri

Tensione all’ospedale Santa Maria della Misericordia, alla prova con l’onda d’urto dell’emergenza Coronavirus.

Il Creo (Centro ricerca emato-oncologico) è chiuso, in attesa di sanificazione, a seguito della positività al Covid-19 di un dirigente e di due tecnici.

Sindacati all’attacco

La direzione dell’Azienda ospedaliera è finita, insieme alla Regione, nel mirino dei sindacati dei lavoratori della sanità (Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl). Che lamentano tagli alle indennità per il personale e mancanza di condizioni di sicurezza.

Criticata la scelta dell’Azienda di sospendere le indennità di sub-intensiva (quella cioè che spetta a coloro che lavorano in Terapia intensiva).

Pretendiamo – affermano Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl – che l’azienda di Perugia torni immediatamente sui suoi passi e che la Regione riconosca per tutte le aziende un’indennità per il rischio infettivo-biologico, da finanziare con fondi straordinari”. 

Le altre richieste per la sicurezza

Altre richieste stringenti delle organizzazioni sindacali – affidate peraltro ad un volantino che sta circolando tra il personale sanitario – sono quelle di tamponi per tutti gli operatori, tutele sulla mancata quarantena e assunzioni immediate di nuovo personale. 

Pretendiamo che la Regione metta tutte le risorse necessarie integrando i fondi – concludono i sindacati -. Gli eroi si riconoscono con i fatti, non a parole”. 


Condividi su: