Consuntivo, spuntano nuovi debiti non iscritti a bilancio / Monito dei revisori - Tuttoggi

Consuntivo, spuntano nuovi debiti non iscritti a bilancio / Monito dei revisori

Jacopo Brugalossi

Consuntivo, spuntano nuovi debiti non iscritti a bilancio / Monito dei revisori

Problemi con le partecipate: dopo UM ecco fattura Vus da 728mila euro / Oggi il voto in Consiglio
Lun, 05/05/2014 - 10:57

Condividi su:


Nuove criticità emergono dallo studio dei bilanci del comune di Spoleto. Evidenziati dal Collegio dei Revisori dei Conti nella relazione allegata al consuntivo 2013, che dovrà essere votato oggi in consiglio comunale, i problemi riguardano i rapporti dell’amministrazione con le società partecipate. Alla già nota storia del debito da quasi un milione (963.876,76 euro) nei confronti di Umbria Tpl e Mobilità se ne aggiunge un altro da 728mila euro che il comune avrebbe contratto con la Valle Umbria Servizi e che, a leggere il documento dei revisori, non risulta iscritto a bilancio.

Fatture Vus – “Con la Vus – si legge in uno stralcio della relazione che un consigliere comunale di opposizione ha pubblicato nella propria bacheca facebook – sono emerse contestazioni di importo totale. Si sottolinea che l’importo di €728.632,16 riguarda contestazione relativa ad una fattura emessa al 31/01/2013, la restante parte pari ad € 313.896,37 (il totale dei debiti ammonterebbe quindi a 1.042.548,53 euro, ndr) riguarda contestazioni relative a fatture di periodi precedenti. Si sottolinea – scrivono ancora i revisori – che gli importi di € 728.632,16 (per la VUS SPA) e di € 963.876,76 (per la Umbria TPL e mobilità SPA) non trovano allocazione nei capitoli di bilancio 2013”.

Niente asseverazione – Ma mentre il debito con la holding regionale dei trasporti era emerso già in sede di riaccertamento straordinario dei residui – con la giunta che annunciò il via ad una serie di controlli – quello con la Valle Umbra Servizi viene fuori soltanto ora che il consiglio deve esprimersi sul consuntivo. Ecco perché, sottolineato i revisori, “nonostante le verifiche effettuate sul materiale acquisito, il Collegio, in attesa di ricevere ulteriore documentazione necessaria (come richiesta in data 14/04/2012), non ritiene, allo stato attuale, di potere apporre la firma di asseverazione ai sensi dell’art. 6 c. 4 DL 95/2012. Alla luce di quanto sopra il Collegio dei revisori torna ad invitare l’Ente ad applicare puntualmente procedure di controllo e a monitorare i processi decisionali relativi alle organizzazioni partecipate, allo scopo di renderli compatibili con i fini generali dell’Ente e con gli obiettivi specifici della partecipazione”.

Le raccomandazioni – Delle vere e proprie raccomandazioni quelle che Ada Pompili, Paolo Burini e Michele Antonini rivolgono all’amministrazione. Dal “continuare ad implementare il sistema di controllo di gestione, al fine di migliorare la qualità delle procedure e delle informazioni (trasparenza, tempestività, semplificazione), l’efficacia e l’efficienza della gestione dell’Ente” ad “esercitare controlli sulle società partecipate ai sensi dell’art.113 del T.U.E.L per garantire l’economicità delle gestioni degli organismi a cui sono stati affidati i servizi pubblici e nominando un responsabile anche al fine di poter tempestivamente ottemperare a tutti gli adempimenti previsti dalle normative vigenti”.

Oggi in consiglio – Alla fine, comunque, il parere positivo sul consuntivo 2013 è arrivato a maggioranza del Collegio (favorevoli Burini e Antonini, contraria la presidente Pompili). Il consiglio comunale è chiamato a discuterlo ed approvarlo nella seduta prevista per oggi, 5 maggio, a partire dalle 16. Oltre che di consuntivo si parlerà anche di tassa rifiuti (Tari), con le determinazioni relative al 2014.

Riproduzione riservata ©

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!