Confindustria Terni su industria, Tasi, Tari e Imu / Il presidente Stefano Neri "Rilanciare impresa" - Tuttoggi

Confindustria Terni su industria, Tasi, Tari e Imu / Il presidente Stefano Neri “Rilanciare impresa”

Redazione

Confindustria Terni su industria, Tasi, Tari e Imu / Il presidente Stefano Neri “Rilanciare impresa”

Gio, 16/01/2014 - 14:05

Condividi su:


Confindustria Terni su industria, Tasi, Tari e Imu / Il presidente Stefano Neri “Rilanciare impresa”

Si svolgerà nei primi giorni del mese di marzo la Conferenza Programmatica della Sezione Territoriale di Terni di Confindustria Umbria. Un workshop durante il quale far emergere progetti per il territorio capaci di generare risultati concreti e verificabili. “È importante in questa fase segnare uno stile, nei contenuti e nella forma, che sia significativamente innovativo – ha sottolineato il presidente della Sezione di Terni Stefano Neri – e lo vogliamo fare anche attraverso la Conferenza programmatica alla quale arriveremo già con un bagaglio di proposte da realizzare, non in contrapposizione, ma in collaborazione con le istituzioni”.
Un appuntamento fortemente sostenuto dal presidente Stefano Neri e condiviso da tutti i componenti del Consiglio direttivo della Sezione che si è riunito per parlare anche dei progetti Welcome e Up, dedicati rispettivamente alla multinazionali e alle pmi, dello stato dell’arte del programma Interamna, della pressione delle imposte locali sulle imprese produttive e del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (Ptcp).
Il primo passo del progetto Welcome – che ha l’obiettivo di avviare un dialogo costruttivo di scambio reciproco con le multinazionali – è stato di mappare la presenza delle società straniere che operano sul territorio. Secondo i dati raccolti dal centro studi Confindustria Umbria, gli stabilimenti produttivi delle multinazionali sono 22 con 4586 dipendenti, 2858 fanno riferimento alle sei aziende del gruppo che ruota intorno all’Ast. In media, un dipendente su quattro nel settore industriale lavora direttamente in una multinazionale estera. Infine due (Nestlè e Tk-Ast) delle dieci maggiori multinazionali estere presenti in Italia, per numero di dipendenti nelle imprese controllate, sono localizzate in Umbria.
Il presidente Neri ha proposto, d’intesa con il presidente di Confindustria Umbria Ernesto Cesaretti, la costituzione di un gruppo di lavoro regionale sulle multinazionali, per il cui coordinamento l’ad di Tk-Ast, Marco Pucci, ha offerto la propria disponibilità. “Dobbiamo lavorare – ha aggiunto Neri – per migliorare e adeguare ai tempi il nostro grado di accoglienza che non può essere più quello di 50 anni fa. La sfida si gioca sulla nostra capacità di attivare percorsi capaci di attrarre investimenti e localizzazioni di nuove imprese multinazionali, dimostrando che in Italia le cose si possono fare e contrastando le prese di posizione, spesso dogmatiche e anacronistiche, di gran parte della classe dirigente locale”.
Lo stato del progetto Interamna – nato da una collaborazione tra il Polo Didattico e Scientifico di Terni dell’Università di Perugia, Confindustria Umbria Sezione di Terni e la Società Consortile I.TRAS.TE. – è stato illustrato da Giuseppe Cioffi di Tarkett. Il progetto, che si concluderà a luglio di quest’anno, è stato sviluppato nell’area delle nanotecnologie e ha il duplice obiettivo di introdurre innovazioni derivanti dal settore delle nanotecnologie in almeno 20 pmi e di creare dieci nuove imprese. A sei mesi dalla chiusura del progetto è stata supportata la nascita di otto start up e sono state coinvolte 25 Pmi in progetti di R&S e innovazione che stanno portando alla realizzazione di nuovi prodotti o al perfezionamento di quelli esistenti. Inoltre sono stati sottoscritti 19 contratti di ricerca tra le imprese coinvolte, l’Università e l’European Centre for Nanostructured Polymers (ECNP) con numerosi casi di utilizzo diretto di strumenti di finanziamento agevolato. “Infine – ha concluso Cioffi – gli investimenti in ricerca e sviluppo che Interamna e P.U.MA.S. (Polo umbro per i materiali Speciali) hanno saputo generare ammontano a circa 2,4 milioni. Si tratta di investimenti che hanno la “testa” nel territorio ternano. Nel settore delle nanotecnologie siamo all’avanguardia nel mondo. Sarebbe un vero peccato se ci lasciassimo sfuggire questa opportunità. Proviamo a non disperdere questa esperienza, anzi facciamo in modo che diventi un sistema”.
“Il passo successivo – ha aggiunto il presidente Neri – è che queste nuove start up escano dal periodo di avviamento per diventare imprese produttive a tutti gli effetti. Una parte del programma della Sezione di Terni di Confindustria Umbria sarà dedicata proprio a questo settore”.
Tasi, Tari e Imu sono state l’ultimo argomento di confronto durante la riunione del Consiglio Direttivo. Il 2014 prevede l’introduzione dell’Imposta Unica Municipale (IUC) che si articolerà in due nuovi tributi principali (Tari e Tasi) e uno secondario (l'Imu che sopravvive per le seconde case e per tutti gli immobili diversi dalle abitazioni). La maggior parte dei Comuni deve ancora rendere note le aliquote. “È importante, dunque, in questa fase – ha concluso Neri – far capire agli amministratori locali quale sarà il peso delle loro decisioni politiche sul futuro delle imprese. Da un lato, l’attuale incertezza sul carico tributario locale non consente alle aziende una adeguata programmazione delle spese fiscali, dall’altro è determinante che in fase decisoria le amministrazioni coinvolte, che hanno facoltà di manovrare aliquote, scadenze e detrazioni, tengano conto delle esigenze del mondo produttivo. L’obiettivo strategico da perseguire, per poter rilanciare il tessuto produttivo, è quello di non sovraccaricare le imprese, già gravate dalle oggettive difficoltà legate alla crisi e da una pressione fiscale tra le più alte dell’area Ocse, di ulteriori oneri aggiuntivi”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!