Comune di Marsciano in tenda a Spina per protesta, l’Anci Umbria al fianco dell'Amministrazione - Tuttoggi

Comune di Marsciano in tenda a Spina per protesta, l’Anci Umbria al fianco dell'Amministrazione

Redazione

Comune di Marsciano in tenda a Spina per protesta, l’Anci Umbria al fianco dell'Amministrazione

Sab, 24/09/2011 - 09:13

Condividi su:


Con la presenza a Spina del Presidente dell’Anci Umbria, nonché Sindaco di Perugia, Wladimiro Boccali si è sancito il pieno sostegno dell’Associazione dei Comuni all’iniziativa di protesta organizzata dal Comune di Marsciano per chiedere lo stanziamento dei fondi necessari alla ricostruzione post-sisma. Boccali ha guidato una delegazione composta anche dai Sindaci di Torgiano, Marcello Nasini, di Fratta Todina, Maria Grazia Pintori e di San Venanzo, Francesca Valentini. All’incontro hanno preso parte anche molti rappresentanti del Consiglio e della Giunta comunale, alcuni rappresentanti delle associazioni di Spina e del Comitato 15 Dicembre.
Il Sindaco Todini ha aperto l’incontro ricordando il percorso che ha portato a questa protesta e illustrando quello che è lo stato attuale della ricostruzione leggera, iniziata questa estate e che, già dai prossimi mesi, potrà riportare nelle proprie case il 30% delle circa 600 persone che attualmente sono fuori. “Quello che noi chiediamo – ha ricordato il Sindaco Todini – è un impegno serio e preciso del Governo sui fondi per la ricostruzione. Si tratta di un impegno che non è più rimandabile, dopo che le istituzioni locali, a partire da Comune e Regione hanno fatto tutto quanto richiesto in termini di stima dei danni e di ricostruzione leggera e dopo che la stessa Regione si è resa disponibile da una parte all’accensione di mutui e dall’altra a stanziare dal proprio bilancio 15 milioni. Ora mancano solo gli impegni di spesa del Governo per programmare la parte prioritaria della ricostruzione pesante, che vale 101 milioni e riguarda la ricostruzione delle abitazioni private, compresi i Piani di recupero dei centri storici di Spina e Sant’Apollinare, e degli edifici commerciali e industriali”.
Nel portare il saluto dell’Anci a tutta la comunità di Marsciano il presidente Boccali ha sottolineato come sia “imbarazzante il silenzio che viene da Roma e che fa pensare che per il Governo esistano cittadini di serie A e cittadini di serie B”. “Dunque – ha proseguito il Sindaco di Perugia – non potevamo non dare pieno sostegno a questa forma di lotta messa in piedi dal Comune di Marsciano. Una lotta per riportare innanzitutto le famiglie nelle loro case e ridare una prospettiva anche economica al territorio, senza dimenticare la necessità di recuperare un patrimonio architettonico e storico che rappresenta un pezzo importante dell’identità di una comunità. Come Anci, non solo umbra ma nazionale, chiederemo formalmente un incontro al Governo ed ai parlamentari, e ci uniremo alla richiesta già fatta dal Comune di Marsciano di un incontro con il Presidente della Repubblica. Siamo, insomma, pronti a mettere in campo una massa critica per portare tutto il sostegno necessario e dare vita a tutte le iniziative utili per il buon fine di questa protesta”.
La necessità di formare una massa critica capace di innalzare il livello della protesta è stata pienamente condivisa anche negli interventi dei Sindaci di Torgiano, Fratta Todina e San Venanzo, territori limitrofi a Marsciano che, seppur in modo molto marginale, sono anch’essi stati interessati dall’evento sismico del 2009. Particolare perplessità per l’atteggiamento del Governo è stata espressa dal Sindaco di Torgiano. “Questo atteggiamento – ha affermato Nasini – non fa certo onore al Governo, mentre invece servirebbero risposte certe in tempi brevi che mettano tutti noi nella condizione di sapere cosa fare e in che tempi e in che modi attuare la ricostruzione”.
Dopo la delegazione dell’Anci alla tensostruttura di Spina sono arrivati anche i Consiglieri regionali Gianfranco Chiacchieroni e Maria Rosi, rispettivamente Presidente e Vicepresidente della Commissione regionale Attività produttive. Entrambi si sono impegnati a sostenere le ragioni del Comune presso il Governo, anche con un intervento diretto presso il Sottosegretario Letta al fine di sollecitare l’incontro più volte richiesto.
Nel tardo pomeriggio la tenda ha ospitato anche l’incontro dei capigruppo comunali, e si stanno definendo in questi giorni ulteriori iniziative da inserire nell’“agenda della tenda”, sia di carattere istituzionale che legate al mondo associativo. Intanto lunedì mattina sarà effettuato un sopralluogo, con il Sindaco, l’Assessore ai Lavori pubblici e i tecnici comunali, presso il cimitero di Spina, gravemente danneggiato, nella sua parte più antica, dal terremoto del 15 dicembre 2009.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!