COMITATO CIVICO PER L'OSPEDALE DI NORCIA - Tuttoggi

COMITATO CIVICO PER L'OSPEDALE DI NORCIA

Redazione

COMITATO CIVICO PER L'OSPEDALE DI NORCIA

Mer, 03/10/2007 - 12:09

Condividi su:


Pubblichiamo un comunicato stampa giunto in redazione del neonato Comitato Civico per il rilancio dell'Ospedale di Norcia, a firma del Sig. Giuseppe Tuccini per il Comitato Direttivo .

“Lunedì 24-09-07 presso l'Ospedale di Norcia non è stato possibile operare un paziente di
appendicite in quanto l'anestesista dell'Ospedale di Cascia si è rifiutato di eseguire l'anestesia perchè
nei giorni successivi all'intervento, da solo, non avrebbe potuto garantire la fase post-operatoria.

In conseguenza di ciò il paziente è stato trasferito a Spoleto ed ivi operato.

Il Comitato che è sorto a seguito del continuo depotenziamento dell'Ospedale di Norcia, ritiene
questo fatto grave in quanto sembra che sia accaduto altre volte da quando è andato in pensione il
dott. Mirri ed ha avuto l'infortunio l'altro anestesista, dell'ospedale di Norcia, il Dott. Luchetti, in
quanto la ASL non ha provveduto alla loro sostituzione.

Questa situazione, denunciata da più parti nei mesi scorsi, sta mettendo a rischio la funzionalità
del reparto di Chirurgia che ha sempre svolto un ottimo lavoro e dato risposte puntuali ai cittadini,
creando così i presupposti per una possibile chiusura del Reparto; proprio nella terra che ha dato
vita all'antica Scuola Chirurgica Preciana.

Noi riteniamo che un Ospedale senza Chirurgia, non può definirsi “Ospedale” e una zona
isolata e mal collegata, come la nostra, non può rimanere senza questo servizio essenziale, visto
anche il consistente afflusso turistico che la interessa.

Se qualcuno pensa di risparmiare sui nostri servizi sanitari e sulla nostra pelle, sbaglia a venire
nuovamente in Valnerina perchè, in questi ultimi anni, abbiamo già ampiamente dato, mentre da
altre parti, grazie agli autorevoli appoggi politici e con la scusa del terremoto, sono state realizzate
strutture e servizi senza badare a spese, a scapito, anche, del resto della stessa ASL.

Vorremmo ricordare che anche da noi c'è stato il terremoto ed in più viviamo in una zona
emarginata che non ha, come il resto dell'Umbria, un ospedale ogni 20 Km.

Noi diciamo basta a questa politica che giorno dopo giorno sta riducendo il nostro Ospedale in
una stazione di trasferenza dei malati verso Spoleto e Foligno e chiediamo ai dirigenti della ASL 3
il superamento di questa situazione e la piena funzionalità del reparto di Chirurgia e la sostituzione
degli Anestesisti-Rianimatori assenti a vario titolo, ma soprattutto chiediamo che si rispetti
quanto stabilito dalla Regione, per il nostro Ospedale, nel Piano Sanitario che prevede, in primo
luogo, la chirurgia programmata nel corso della settimana (week-surgery) , ma soprattutto la
presenza in zona di un Ospedale di Comunità che funzioni in tutti i suoi servizi.

La ASL deve rispettare il Piano di Azione Locale, non può attuarlo puntualmente a Cascia
e non rispettarlo a Norcia.

. BASTA con i giochetti operati dai Radiologi di Spoleto per non far funzionare la Radiologia

. BASTA con le carenze di organico e i trasferimenti facili del Personale Sanitario della
Valnerina
. BASTA con le mancate sostituzioni del Personale andato in pensione o in malattia
. BASTA con le disfunzioni e carenze del Laboratorio Analisi
. BASTA con il mancato rinnovo delle apparecchiature tecnologiche
. BASTA con il pendolarismo della nostra gente verso altri Ospedali, anche per dei semplici
accertamenti
. BASTA con gli Ambulatori che funzionano ad intermittenza o non funzionano affatto
. BASTA ai viaggi pieni di sofferenza dei nostri malati in dialisi
. BASTA alle carenze manutentive e strutturali della sede ospedaliera
. BASTA alle azioni inibitorie verso l'attività ospedaliera volte ad allontanare i pazienti dal
nostro Ospedale
. Basta con le gestioni abuliche della struttura ospedaliera
In tal senso invitiamo la Presidente della Giunta Regionale e l'Assessore alla Sanità, cui la
presente va per conoscenza, a farsi garanti di quanto loro stessi hanno deliberato ed il Sindaco a
non avallare le decisioni che hanno causato questo stato di cose ed il perseverare delle carenze
funzionali ed organizzative che mettono a rischio l'esistenza stessa del nostro Ospedale.

Il Comitato chiede che i problemi sopra descritti, nei prossimi giorni, vengano risolti o avviati a
soluzione, diversamente si vedrà costretto ad intraprendere un'azione di mobilitazione a
sostegno delle nostre giuste rivendicazioni, volte al rilancio del nostro Ospedale di Comunità.

In attesa di VS comunicazioni scritte,

distinti saluti

Norcia, 29-09-07

Il Consiglio Direttivo ”


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!