Come Avviare un’Impresa di Pulizie

Come Avviare un’Impresa di Pulizie

Consigli utili su come avviare un’impresa di pulizie

share

Decidere di avviare un’impresa di pulizie può essere una buona idea e con un rischio economico limitato, la richiesta per questo genere di servizio è sempre piuttosto alta e quindi offre delle possibilità interessanti; ecco qualche consiglio per iniziare l’attività in questione.

Per avviare questo genere di impresa dovrai per prima cosa aprire una partita IVA e subito dopo decidere se dedicarti all’ambiente domestico o a quello commerciale, in base a questa scelta ti dovrai iscrivere all’Albo degli Artigiani oppure al Registro delle Imprese, sempre tramite la Camera di Commercio.

Dovrai avere una base economica adeguata per garantire la partenza dell’attività e la solidità della stessa, ma anche i requisiti di onorabilità, quindi nessun procedimento giudiziario a tuo carico o protesti; se ti dedicherai a pulizie più specifiche come ad esempio la disinfestazione, ecc.. dovrai anche esibire dei requisiti tecnico professionali.

Ovviamente tutti i dipendenti che costituiscono l’impresa di pulizie dovranno essere regolarmente assunti ed anche iscritti all’INPS nonchè all’INAIL, incluso il titolare stesso, dovrai pure aprire un conto corrente sul quale depositare i fondi necessari. Per la contabilità affidati ad un’associazione oppure ad un commercialista privato.

Una volta superata la fase burocratica dovrai reperire tutto il materiale che può servirti per le pulizie, ti servirà anche un veicolo per spostarti e raggiungere il luogo in cui prestare il tuo servizio. Ti consiglio di fare molta pubblicità per farti conoscere, quindi volantinaggio, annunci su internet oppure alla radio. Per un calcolo più preciso dei costi è possibile vedere questa guida su come aprire un’impresa di pulizie su Tuaimpresa.net.

La gestione di un’impresa di pulizie rappresenta una possibilità importante. Come abbiamo visto, la fase di avvio richiede il completamento di diverse pratiche burocratiche e un investimento in denaro. I guadagni possono però essere buoni, specialmente per chi riesce a differenziarsi dalla concorrenza, proponendo servizi specializzati per una determinata fascia di mercato.

share

Commenti

Stampa