Clown Vip e I Pagliacci premiati con la rosa d’oro

Clown Vip e I Pagliacci premiati con la rosa d’oro

Riconoscimenti in occasione della 33° edizione della Festa Delle Rose

share

Premiate con la Rosa d’Oro le associazioni “Clown Vip Terni” e l’Associazione di Volontariato “I Pagliacci”. Due realtà che da anni si distinguono per l’impegno all’interno dell’ospedale santa Maria di Terni soprattutto a beneficio dei piccoli pazienti. I premi sono stati consegnati nell’ambito della 33^ edizione della Festa delle Rose organizzata dalla parrocchia dell’Immacolata concezione (zona Polymer) e dal circolo Acli Aurora.

“Il nostro motto è ‘Vivere In Positivo’ ha spiegato il presidente dell’associazione Clown Vip Stefano StellatiFacciamo parte di una federazione nazionale ma a Terni siamo presenti dal 2008 e siamo già diventati 56 soci. Siamo un gruppo di volontari la cui missione è quella di portare sorrisi e gioia a chi ne ha bisogno. Per farlo usiamo strumenti come musica, mimo, giocoleria e magia. Prima di operare nelle strutture di riferimento, ognuno di noi segue corsi di preparazione con trainer qualificati, psicologi, volontari più esperti e periodici corsi di aggiornamento per migliorare sempre le proprie capacità e la propria vocazione al sorriso. Crediamo nel potere terapeutico del buon umore perché come dimostrano autorevoli ricerche scientifiche internazionali, la risata aiuta ad affrontare meglio la malattia, la sofferenza e l’invecchiamento”.

Clown VIP Terni attualmente opera presso i reparti di Geriatria e Pediatria dell’ospedale “Santa Maria” di Terni, la residenza protetta “Villa Canali”, Il reparto “Hospice” di Terni, offre Servizi domiciliari ed inoltre, partecipa a feste a sfondo solidale, manifestazioni in piazza ed eventi, anche in collaborazione con altre associazioni che operano sul territorio con scopi umanitari.

L’associazione “I Pagliacci” nasce anch’essa per aiutare i bambini in difficoltà, anche se negli ultimi anni ha deciso di portare i propri sorrisi anche altrove.

“Siamo nati nel Maggio del 2009, con l’intento di applicare la Terapia del Sorriso all’interno dell’Azienda Ospedaliera di Terni – ha illustrato il presidente Alessandro RossiA differenza di altre associazioni abbiamo deciso di operare e radicarci solo nel nostro territorio e di rispondere alle esigenze dei nostri concittadini, dandoci da fare il più possibile anche per raccogliere fondi e dare un supporto anche economico a chi ne ha bisogno”

Attualmente l’associazione I Pagliacci svolge la propria attività nella Clinica Pediatrica, nel reparto di Otorino e al Day Surgery, presta servizio tre volte a settimana per tutte le settimane dell’anno configurandosi così come un valore aggiunto per l’intera Azienda Ospedaliera.
Collabora con il Centro di Neuropsichiatria Infantile e dell’Età Evolutiva ed in particolare con il Baobab, struttura semiresidenziale specializzata sull’Autismo e per bambini con lievi e medi ritardi. Ha inoltre donato molti strumenti all’ospedale. “Stiamo allestendo proprio in questi giorni anche una mini sala cinematografica per i piccoli degenti dell’ospedale di Terni – ha proseguito Rossi – e a breve lanceremo una campagna contro il bullismo nelle scuole della nostra città”.

A consegnare le due rose d’oro c’era il parroco della parrocchia dell’Immacolata Concezione don Paolo Carloni, il presidente dell’U.S. Acli Maurizio Torchio e il vice presidente dell’Acli provinciale di Terni Vincenzo Menna.

Premiati con la rosa d’argento invece due sportivi particolari, padre e figlia, ovvero Fabrizio e Anita Pazzaglia. Non solo padre e figlia, ma anche allenatore e allieva. Campione italiano di Karate “Master” della Fijlkam (Federazione Italiana lotta, judo, karate e arti marziali) il papà e fresca vincitrice della prima tappa del 2019 di Coppa del Mondo giovanile Word Karate Federation K1 a Cipro, valida per il ranking mondiale, la giovane Anita. La portacolori della Tonic Karate Fitness Terni si era presentata a questo importantissimo evento nella migliore forma dopo il debutto con vittoria ad inizio 2019 all’Open d’Austria, la partecipazione di nove giorni all’International Female Training Camp di Odessa con il Maestro Denys Morozov ed atlete ai vertici mondiali, le convocazioni ai seminari nazionali giovanili Fijlkam e le ottime prestazioni agli Open internazionali in Italia.

“In Fabrizio e Anita rivedo me e il mio papà – ha commentato l’assessore allo sport del Comune di Terni Elena Proietti, presente per consegnare il premio e portare il saluto dell’amministrazione comunale – Anche io quando arbitravo le partite di calcio avevo sempre al seguito mio padre che mi ha supportato tantissimo. Immagino per Anita non sia facile avere un papà che è anche il proprio allenatore, ma grazie allo sport si crea anche un rapporto speciale”.

Consegnato anche il premio “Sentiero della bontà” all’allievo della scuola Benedetto Brin succursale Alterocca Federico Catana. “Abbiamo scelto un ragazzo veramente meritevole – hanno specificato la preside Carmen Iuliano e la professoressa Francesca Ferocesempre pronto a dare un aiuto ai compagni ed anche agli insegnanti e a mettere una parola rasserenante nei momenti di tensione”. A consegnare l’orologio il vice presidente del Circolo Acli Aurora Giovanni Giorgi, unitamente al comandante della stazione dei carabinieri di Collescipoli Alessandro Lumia. Oltre al premio sentiero della bontà è stato consegnato anche il premio “Nicola Civitavecchia” in ricordo di uno studente della scuola Alterocca prematuramente scomparso, consistente nell’abbonamento annuale ad una rivista scientifica, la preferita di Nicola, messo a disposizione dal dott. Maurizio Verducci.

share

Commenti

Stampa