Città di Castello torna nel XV secolo per tre giorni, entra nel vivo 'Tiferno 1474' | Programma - Tuttoggi

Città di Castello torna nel XV secolo per tre giorni, entra nel vivo ‘Tiferno 1474’ | Programma

Davide Baccarini

Città di Castello torna nel XV secolo per tre giorni, entra nel vivo ‘Tiferno 1474’ | Programma

Da oggi al 9 giugno il centro storico si cala nell'atmosfera rinascimentale al tempo dei Vitelli, nell'anno dell'assedio da parte delle truppe pontificie | Tanti eventi tra esibizioni, buon cibo e rievocazioni storiche
venerdì, 07/06/2019 - 11:16

Condividi su:


Città di Castello torna nel XV secolo per tre giorni, entra nel vivo ‘Tiferno 1474’ | Programma

Da oggi, 7 giugno, Città di Castello torna indietro nel tempo fino al XV secolo, precisamente nel 1474, quando le truppe pontificie guidate da Giuliano della Rovere, per ordine di papa Sisto IV, cinsero d’assedio la “ribelle” città tifernate dominata dai Vitelli.

Il centro storico si calerà dunque per tre giorni, fino a domenica 9 giugno, in questo contesto “bellico” e rinascimentale, fatto di eventi particolari che vedranno protagonisti il mestiere delle armi, con suggestive rievocazioni di battaglie realmente accadute, e la valorizzazione di luoghi storici e tipicità enogastronomiche (con molti locali convenzionati). Tutto questo avverrà attraverso una ricostruzione fedele di costumi, oggetti e armi dell’epoca, resa possibile grazie all’associazione culturale “Lupi di Ventura”, organizzatrice dell’inedita manifestazione, in collaborazione con il Consorzio Pro Centro e l’Amministrazione comunale.

Tiferno 1474 avrà inizio, come detto, proprio oggi, a partire dalle 19, con l’aperitivo rinascimentale nei vari locali del centro storico. Alle ore 21, invece, si potrà assistere a esibizioni itineranti nelle piazze principali della città.

Sabato 8, alle ore 10, a Palazzo Vitelli Sant’Egidio, avrà luogo il convegno Il Quattrocento tifernate mentre alle 14, nel Parco Vitelli, apriranno un vero e proprio accampamento medievale, con più di 100 figuranti e numerose botteghe artigiane. Alle 16.30 si entra nel vivo: in piazza Matteotti, infatti, arrivano le truppe pontificie per le manovre militari e l’addestramento delle soldatesche. Solo poi inizierà l’assedio e lo scontro con i tifernati. Alle 18, a Parco Vitelli, sarà possibile vedere la vestizione dell’uomo d’arme rinascimentale con “Un abito di Ferro”. Quando cala la sera, alle 21, nella medesima location, ecco un’altra rievocazione di una battaglia quattrocentesca, con protagonisti i tifernati a difesa della propria libertà. Per chi si trovasse in centro storico, alle 22, non mancheranno nuove esibizioni serali con Fantasmi dell’assedio invadono le vie del centro.

Domenica 9 l’accampamento e le botteghe a Parco Vitelli aprono fin dalle 9.30. Alle 10, presso Artè, dimostrazioni di giochi da tavolo medievali con degustazioni di infusi e dolci tradizionali (per prenotare 3331021857). Alle ore 11 a Parco Vitelli altre “scaramucce” tra le soldatesche mentre alle 16, in piazza Matteotti, ci sarà un vero e proprio duello cavalleresco, “due lance per le sorti della città”. Alle 17 attesa per L’Arrivo del Duca Federico da Montefeltro che si incontrerà con Niccolò Vitelli al termine di un corteo che si snoderà fra il centro storico e Parco Vitelli. Il viaggio nel tempo si conclude alle 18 con il Palio della balestra manesca a cura della Compagnia Balestrieri di Città di Castello. Durante la tre giorni saranno possibili anche visite guidate alla Pinacoteca Comunale, per info e prenotazioni contattare lo 0758554202.

foto di Daniele Casalboni


Condividi su:


Aggiungi un commento