Cinghiali invadono Borgo Rivo | Un pericolo concreto per gli automobilisti

Cinghiali invadono Borgo Rivo | Un pericolo concreto per gli automobilisti

Due animali selvatici immortalati mentre attraversano una rotonda | Su Facebook polemiche e ironia

share

Sembrava una leggenda metropolitana, invece è tutto vero. Ieri sera due cinghiali sono stati immortalati da una foto mentre attraversavano la rotonda di via del Centenario, un’area urbana in cui non solo non ci sono boschi ma neanche appartamenti con giardini, solo grandi palazzi che sfidano in altezza il “Tulipano”. Eppure da qualche giorno la zona è stata scelta da un gruppo di animali selvatici per le loro scorribande notturne. Quelle che sembravano solo dicerie sono diventate certezze grazie a una foto che riprende i due grossi animali mentre attraversano la rotonda che fa da ingresso al quartiere di Borgo Rivo. I cinghiali incuranti delle auto e delle luci passeggiano  lungo la strada con una certa disinvoltura davanti agli occhi increduli degli automobilisti.

Considerato l’elevato numero di avvistamenti e la zona in cui gli animali si sono addentrati è da ipotizzare che ormai i cinghiali abbiano scelto Borgo Rivo come loro territorio. Una scelta che strapperà qualche sorriso ma che rappresenta un serio pericolo per la sicurezza. La presenza degli animali in un tratto caratterizzato da un’elevatissima densità di veicoli come via del Centenario, strada a scorrimento veloce in cui le vetture a volte procedono a velocità considerevole, è sicuramente un problema sia per l’incolumità degli utenti della strada sia per gli animali stessi.

Malgrado il concreto pericolo, l’immagine dei due grossi animali che attraversano la rotonda, pare aver compiaciuto i cittadini ternani che invece di manifestare preoccupazione sui social esprimono la loro simpatia per i cinghiali: “Del resto con tutta la spazzatura non raccolta – scrive un utente su facebook sotto la foto –  perché dovrebbero faticare per trovare cibo? Fanno prima ad entrare in città”. “Ecco le nuove renne di Babbo Natale”, scrive un’altro utente.

Non sapranno volare come Rudolph e Prancer ma i veri protagonisti del Natale ternano 2016 sembrano proprio questi due spaesati abitanti del bosco.

Ha collaborato Luca Biribanti

share

Commenti

Stampa