Chiusura Punto nascita Pantalla, Regione chiede la deroga al Ministero - Tuttoggi

Chiusura Punto nascita Pantalla, Regione chiede la deroga al Ministero

Redazione

Chiusura Punto nascita Pantalla, Regione chiede la deroga al Ministero

Sul punto nascita della Media Valle del Tevere, il presidente della Regione Fabio Paparelli scrive al ministro Grillo per scongiurare la chiusura
Ven, 26/07/2019 - 09:45

Condividi su:


Il presidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli, ha formalizzato al Ministro della salute, Giulia Grillo, la richiesta di deroga della procedura ministeriale di chiusura del “punto nascita” dell’Ospedale di Pantalla – Todi, così come lo stesso presidente Paparelli, e l’assessore regionale alla sanità, Antonio Bartolini, avevano annunciato nei giorni scorsi.

    Nella lettera il presidente chiede inoltre al Ministro Grillo un incontro urgente per discutere specificamente del caso, e richiama anche la recente deliberazione della Giunta regionale con la quale l’esecutivo di Palazzo Donini ha rinnovato la richiesta di deroga al parere negativo emesso dal Comitato percorso nascita nazionale del Ministero della salute.


Punto nascita Pantalla, al lavoro per non chiudere ad agosto


   “Sono a rappresentarLe l’interesse della Regione Umbria – scrive il presidente nella lettera al Ministro – al mantenimento in attività del suddetto punto nascita che assume un valore fondamentale rispetto alla struttura regionale dei servizi alla maternità. Una determinazione, questa, rafforzata anche dalla posizione unanime espressa dai sindaci dei comuni del distretto della Media Valle del Tevere che la Giunta Regionale condivide”.

   “Riteniamo infatti che processi di questo tipo debbano essere rivalutati anche alla luce dei dati relativi al trend nazionale del calo delle nascite. Un fenomeno questo che sta inducendo le Regioni, come rappresentato in sede di Commissione Salute, a sottolineare la necessità di una revisione dei parametri vigenti che potrebbero trovare collocazione nel contesto del Patto per la Salute – conclude Paparelli – in fase di negoziazione con il Suo dicastero”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!