Chiusura dalle mille emozioni per lo 'Strumenti&Musica Festival' - Tuttoggi

Chiusura dalle mille emozioni per lo ‘Strumenti&Musica Festival’

Redazione

Chiusura dalle mille emozioni per lo ‘Strumenti&Musica Festival’

Serata indimenticabile quella di domenica 12, tra gradite conferme e importanti novità
Lun, 13/10/2014 - 15:09

Condividi su:


Chiusura dalle mille emozioni per lo ‘Strumenti&Musica Festival’

La settima edizione di “Strumenti&Musica Festival” si è conclusa con l’emozione propria degli eventi importanti. I giovani artisti hanno condiviso pathos, sorrisi e visi tirati prima dell’esibizione finale. I vincitori dei concorsi internazionali di fisarmonica e pianoforte sono giovani artisti provenienti da ogni parte del mondo: Russia, Brasile, Giappone, Corea, Inghilterra e Italia.

Novità di questa edizione è stata l’istituzione del “Premio Menotti”, la cui consegna da parte di Maria Flora Monini ha rappresentato un momento emozionante tanto per gli ospiti presenti quanto per i giovani artisti, che hanno avuto l’occasione di esibirsi a “Casa Menotti”. Per la categoria ensemble ha vinto AEMME, duo composto da Matteo Carbone (Fisarmonica, 14 anni) e Andrea Coruzzi (Arpa, 16 anni), mentre per la categoria Pianoforte è stata la volta di Maxim Kulagin (Russia, 26 anni).

“E’ una grande emozione veder suonare in questo luogo giovani musicisti dotati di un così grande talento, come era nello spirito del Maestro Menotti” – ha affermato Maria Flora Monini, Presidente della “Fondazione Monini”. Concludendo: – “I concerti a Casa Menotti sono iniziati quasi per gioco” – “ed è un grande piacere constatare quanto invece questa esperienza sia maturata e dia la possibilità di presentare nuove realtà artistiche locali ed internazionali di altissimo livello”.

Domenica sera nel corso della serata finale, i vincitori dei tre prestigiosi concorsi internazionali pianistici “A. Rendano” e “M. Clementi” e di Fisarmonica “Strumenti&Musica” hanno tenuto un concerto che ha mostrato tutto il loro talento. Accompagnati dall’Orchestra Filarmonica della Calabria, composta da 50 elementi e magistralmente diretta dal Maestro Filippo Arlia, si sono eseguiti i più bei pezzi del panorama classico e contemporaneo. Ha condotto la serata la serata Antonella Fabrizio insieme al Direttore Artistico Mirco Patarini.Ad aprire l’esibizione finale è stato lo stesso M° Patarini con l’emozionante esecuzione di due brani di Astor Piazzolla: “Oblivion”  e “Adios nonino”.

Per la fisarmonica si sono succeduti sul palco Duo AEMME, Andrea Coruzzi e Matteo Carbone i quali hanno suonato un brano scritto dallo stesso Coruzzi, “Tango para mi hermana”, Sergej Aksenov (Russia) con “Funny sheep” del compositore Bazhilin, Daniele Carabetta con “Tango Italiano” di Renzo Ruggeri, Mahatma Costa (Brasile) ha suonato “Got a match” di Chick Corea, Michele Toppo con “Boite a rhythm di Franck Angelis.

Durante lo spettacolo è intervenuto il Sindaco di Spoleto, Fabrizio Cardarelli, che ha ribadito l’importanza che riveste questo Festival per la città di Spoleto, da sempre caratterizzata da tradizione artistica e culturale, commentando: “ho constatato personalmente seguendo i concerti l’alto livello dei concorrenti e dei giovani musicisti che vi prendono parte, e mi sento di ringraziare l’Associazione organizzatrice, Italian Accordion Culture, per il lavoro che svolge con impegno e passione”.

La serata è proseguita con le esibizioni della sezione pianoforte che ha visto salire sul palco Sofia Proietti (giovane pianista spoletina), con “Fantasia Improvvisa” di Friederich Chopin, a seguire Kristina Sirotenko con “Joke” del compositore Shidrin, Yu Mi Hyang (Corea) ha suonato “Ondine” di Maurice Ravel, Maxim Kulagin (Russia) con ” La Valse” di Maurice Ravel, Nico Fuscaldo, ha eseguito  “Rapsodia in blue” di George Gershwin. A concludere il Concerto, Valeria Lachman (Russia) con il primo movimento del “Concerto n.3” di Ludwig van Beethoven.

Nel corso del concerto Gianluca Bibiani, presidente della IAC, il M° Mirco Patarini, Direttore artistico di “Strumenti&Musica Festival” e il M° Filippo Arlia, Direttore Artistico della sezione Pianoforte, hanno tenuto a ringraziare il Consorzio della Bonificazione Umbra, che ha messo a disposizione gratuitamente palazzo Leti Sansi, la Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, la Banca Popolare di Spoleto e la Fondazione Luigi Valentina e Francesca Antonini, Antonelli San Marco, il Comune di Spoleto, il Sindaco Fabrizio Cardarelli, per aver presenziato al concerto finale, la Regione dell’Umbria e la Provincia di Perugia. Si è proseguito poi con il ringraziare “Casa Menotti”, il Comune di Castel Ritaldi, il Museo internazionale della Fisarmonica, gli Sponsor tecnici, i media partner e la stampa locale, che hanno seguito costantemente l’evento.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Verisone più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!