"CHI RAPI' LA TOPINA COSTANZA ?", STUDENTI SPOLETINI PROTAGONISTI DI UN' OPERA ISPIRATA A MOZART - Tuttoggi

“CHI RAPI' LA TOPINA COSTANZA ?”, STUDENTI SPOLETINI PROTAGONISTI DI UN' OPERA ISPIRATA A MOZART

Redazione

“CHI RAPI' LA TOPINA COSTANZA ?”, STUDENTI SPOLETINI PROTAGONISTI DI UN' OPERA ISPIRATA A MOZART

Mar, 17/05/2011 - 16:20

Condividi su:


Gli studenti delle scuole di Spoleto protagonisti assoluti di un’opera liberamente ispirata al “Ratto del Serraglio” di Mozart che andrà in scena, ad ingresso libero, mercoledì 18 maggio alle ore 21 alla Sala Teatro del Complesso monumentale di San Nicolò. Si tratta di un progetto ambizioso che il Comune di Spoleto e il Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” hanno fortemente voluto realizzare nell’anno scolastico 2010/2011 per la diffusione della cultura del teatro musicale nel contesto scolastico cittadino.

L’opera della compositrice aquilana Roberta Vacca su libretto della scrittrice Paola Campanili ha per titolo “Chi rapì la topina Costanza?” ed è una interpretazione giocosa del famoso singspiel mozartiano, rivisitato in una rocambolesca vicenda ambientata in un mondo animale affettuosamente, ma anche grottescamente, umanizzato. Il testo originale è tradotto e ampiamente adattato con inserimenti di nuovi personaggi e avventure per renderlo più appassionante e anche più vicino alla sensibilità e ai gusti giovanili.

Il progetto si pone come obiettivo finale l’educazione dei giovani allievi e studenti al teatro musicale attraverso una metodologia di partecipazione diretta a tutte le fasi della realizzazione di uno spettacolo: dalla produzione vera e propria dello spettacolo alla realizzazione delle scene e dei costumi, dalla promozione all’attività tipica di un ufficio stampa, alla documentazione.

Nella realizzazione del progetto “Chi rapì la Topina Costanza?” sono stati coinvolti gli allievi della scuola primaria di Cortaccione insieme agli allievi delle secondarie di I grado in qualità di interpreti solisti e del coro, gli studenti del Corso di Scenotecnica dell’IIS “Pontano Sansi – Leonardi” per la realizzazione delle scene, dei costumi, degli elementi di attrezzeria e delle foto di scena e poi gli studenti del Liceo Scientifico “A. Volta” per la predisposizione del manifesto, dei programmi di sala e le attività promozionali e di ufficio stampa e infine l’IPSIA per l’assistenza la documentazione e le luci di scena. I gruppi scolastici sono stati coordinati dal regista Alessio Pizzech e dal Maestro Francesco Massimi del TLS. Gli studenti saranno accompagnati al piano da Marco Forgione.

Durante questo anno scolastico è stata avviata la fase operativa del progetto che prevede la preparazione degli studenti coinvolti nella parte artistica (solisti, coristi e strumentisti), produttiva (realizzazione delle scene, dei costumi, degli elementi di attrezzeria) e organizzativa/promozionale (ufficio stampa, campagna promozionale e attività complementari). Questo è stato possibile attraverso l’organizzazione di laboratori teatrali/musicali prevedendo l’intervento degli esperti nelle varie scuole e attività con i solisti e di coprogettazione con gli insegnanti. Ad ogni laboratorio sono seguiti gli approfondimenti svolti dai docenti dei singoli Istituti sugli argomenti trattati.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!