Cerimonia solenne per commemorare Andrea Angelucci - Tuttoggi

Cerimonia solenne per commemorare Andrea Angelucci

Redazione

Cerimonia solenne per commemorare Andrea Angelucci

Presenti alti vertici dell'Arma dei Carabinieri e delle istituzioni locali
Gio, 02/10/2014 - 20:13

Condividi su:


Cerimonia solenne per commemorare Andrea Angelucci

Questa matttina a Spello con un’intensa cerimonia è stato ricordato il quinto anniversario della tragica morte del Maresciallo Capo Andrea Angelucci, avvenuta a Volperino di Foligno nella notte tra il primo ed il due ottobre 2009.

La cerimonia ha avuto una forma più solenne, sia per la presenza del Vice Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri e Comandante Interregionale “Podgora”, Generale di Corpo d’Armata Ugo Zottin sia perché è stata prevista nell’ambito delle celebrazione del Bicentenario dell’Arma, in cui vengono ricordate le tante vittime dell’Arma cadute nell’adempimento del dovere.

Alla commemorazione era presente il Comandante della Legione Carabinieri Umbria, Generale Roberto Boccaccio, il Comandante Provinciale Col. Angelo Cuneo, ma anche varie autorità civili e militari della provincia, dal Prefetto di Perugia Antonella De Miro, al Procuratore di Spoleto Gennaro Iannarone, l’assessore regionale Silvano Rometti, ai sindaci di Spello Moreno Landrini e Foligno Nando Mismetti, ed altri rappresentanti di forze di Polizia della provincia.

Erano presenti inoltre una rappresentanza considerevole di personale dell’Arma in congedo con l’ispettore regionale Gen. Antonio Cornacchia ed una folta rappresentanza di ufficiali, sottufficiali e carabinieri del Comando provinciale di Perugia che hanno voluto rendere omaggio alla memoria di Andrea Angelucci. La cerimonia ha avuto un prologo al cimitero di Spello dove il Generale Zottin, alla presenza della famiglia Angelucci (il papà Dario la mamma Rosella ed il fratello Daniele) e del sindaco di Spello, ha depositato un mazzo di fiori sulla tomba del caduto, con resa degli onori da parte di un picchetto di militari dell’Arma in grande uniforme speciale. Alle ore 10:00 tutte le Autorità ed i gentili ospiti si sono trovate ai giardini comunali di Spello nei pressi del monumento al caduto.

La clemenza del tempo ha permesso la presenza anche di alcune scolaresche dell’istituto comprensivo Galileo Ferraris di Spello. Dopo la cerimonia dell’alzabandiera in cui era schierato un picchetto dell’Arma in grande uniforme speciale con trombettiere, è stata deposta una corona di alloro al monumento che ricorda il caduto, in seguito è stata data lettura della motivazione della medaglia d’oro, infine sono intervenuti a ricordo di Andrea Angelucci, il Sindaco di Spello, il Prefetto di Perugia ed il Generale di Corpo d’Armata Ugo Zottin che al termine del suo intervento ha consegnato alla famiglia Angelucci un attestato di riconoscenza a firma del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Leonardo Gallitelli. Infine la commemorazione si è conclusa presso la vicina chiesa di San Ventura, dove è stata celebrata la Santa Messa officiata dal parroco di Spello, Don Diego e dal cappellano militare della Legione Carabinieri Umbria, Don Mauro.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!