Censiti 25 impianti di tele-radiocomunicazione "Tutti con emissioni nella norma" - Tuttoggi

Censiti 25 impianti di tele-radiocomunicazione “Tutti con emissioni nella norma”

Redazione

Censiti 25 impianti di tele-radiocomunicazione “Tutti con emissioni nella norma”

Gio, 20/01/2022 - 10:42

Condividi su:


Città di Castello sarà tra le prime in Umbria a disporre di un piano per l’installazione di antenne aggiornato alla nuova normativa nazionale "Lavoro del Comune all'avanguardia per la tutela dei cittadini dall'inquinamento elettromagnetico"

Il Comune di Città di Castello sarà tra i primi in Umbria a dotarsi di un piano per l’installazione di impianti di tele-radiocomunicazione aggiornato alla nuova normativa nazionale, con la misurazione dell’inquinamento elettromagnetico delle varie antenne presenti nel territorio.

La bozza dell’elaborato e il regolamento relativo sono stati presentati durante la commissione ‘Assetto del Territorio’, convocata dal presidente Massimo Minciotti (Pd) per avviare il percorso di approvazione definitiva in Consiglio comunale. Dopo l’esame da parte dell’organo consiliare, l’iter procedurale passerà ora attraverso la pubblicazione – nel sito del Comune – delle tavole cartografiche degli impianti disponibili, della bozza del piano e del regolamento, per aprire la fase di partecipazione nella quale cittadini e gestori potranno presentare le proprie osservazioni.

Alla presenza del sindaco Luca Secondi, del vice Giuseppe Bernicchi e dell’assessore Rodolfo Braccalenti, dei dirigenti comunali Andrea Moretti e Marco Peppicelli, la pianificazione è stata illustrata dall’architetto Lucia Bonucci, responsabile del Servizio Salvaguardia Ambientale. La redazione dell’elaborato, eseguita con la consulenza della società Leganet di Roma, ha permesso di censire nel territorio comunale 25 impianti di tele-radiocomunicazione e di eseguire una misurazione delle emissioni elettromagnetiche, risultate “ampiamente sotto i parametri massimi stabiliti nei siti sottoposti a monitoraggio“, scelti tra quelli più vicini alle abitazioni.

L’amministrazione comunale ha inoltre condotto una ricognizione delle aree sensibili per adottare azioni volte all’attenuazione dell’esposizione all’inquinamento elettromagnetico e ha selezionato alcuni luoghi di proprietà comunale per ospitare eventuali nuove installazioni di impianti di tele-radiocomunicazione in base alle esigenze dei gestori, tutti lontani da abitazioni, scuole e servizi di assistenza sanitaria.

Una delle tappe importanti del lavoro di redazione del piano è stato il tavolo tecnico convocato a metà dicembre con le società che operano nel settore, al quale ha partecipato con i propri tecnici anche la Regione Umbria, impegnata nell’aggiornamento della legge per la tutela sanitaria e ambientale dall’esposizione ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici. Dal sindaco Secondi è venuto il ringraziamento agli uffici impegnati nella redazione del piano “per un lavoro che pone l’ente all’avanguardia nel contesto regionale per la tutela dei cittadini dall’inquinamento elettromagnetico.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!