Casi Covid in aumento, a Magione scuole chiuse almeno fino a mercoledì

Casi Covid in aumento, a Magione scuole chiuse almeno fino a mercoledì

Redazione

Casi Covid in aumento, a Magione scuole chiuse almeno fino a mercoledì

Dom, 21/03/2021 - 07:22

Condividi su:


Ordinanza del sindaco Giacomo Chiodini, che spiega: nuovi contagi negli ultimi giorni, rischiamo anche lo stop degli asili

A Magione scuole primarie chiuse almeno fino a mercoledì compreso. Il sindaco Giacomo Chiodini sabato sera ha annunciato l’ordinanza con cui, malgrado nel provvedimento regionale Magione risulti ancora tra le aree a minor rischio, le scuole elementari continueranno a restare precauzionalmente chiuse.

Questo perché, ha spiegato Chiodini, negli ultimi 5 giorni a Magione sono stati riscontrati diversi casi positivi che hanno elevato a 168 l’indice di incidenza settimanale per 100 mila abitanti. La Regione ha fissato a 200 il limite oltre il quale viene decretata la chiusura di tutte le scuole e degli asili.

E poiché si attendono gli esiti dei tamponi sui contatti stretti degli ultimi casi riscontrati a Magione, il rischio è che a breve possa essere superata la soglia dei 200 casi. Con i ragazzi delle elementari che a quel punto tornerebbero in classe soltanto per pochi giorni, prima di tornare alla didattica a distanza. Con la chiusura, a quel punto, anche di asili e scuole dell’infanzia.

Chiodini ha quindi chiesto ai magionesi pazienza. Martedì saranno analizzati gli ultimi casi, così da assumere nuove determinazioni da giovedì.

Il sindaco ha anche ricordato i disagi dei magionesi, primo comune umbro che si è trovato a fronteggiare la terza ondata Covid, caratterizzata dalle varianti. Un’emergenza che non è ancora terminata. E così, mentre in molti comuni del Trasimeno l’indice settimanale è sotto i 100 casi, Magione negli ultimi giorni ha visto una nuova impennata dei positivi.

Una decisione, quella di posticipare la riapertura delle scuole elementari, ha detto Chiodini, che è stata assunta insieme al commissario Covid Massimo D’Angelo.

Nell’ultimo giorno i nuovi contagi sono stati 6, facendo salire a 60 il numero degli attualmente positivi. Quattro di questi sono ricoverati in ospedale, di cui uno in terapia intensiva.

Al Trasimeno anche il sindaco di Città della Pieve, Fausto Risini, ha posticipato la riapertura delle scuole primarie, per consentire di terminare lo screening sugli studenti.

Covid, tre decessi al Trasimeno in poche ore

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!