Calcio, l'Italia si candida a ospitare Euro 2032. La lista degli undici stadi, fuori il Curi di Perugia - Tuttoggi

Calcio, l’Italia si candida a ospitare Euro 2032. La lista degli undici stadi, fuori il Curi di Perugia

Redazione

Calcio, l’Italia si candida a ospitare Euro 2032. La lista degli undici stadi, fuori il Curi di Perugia

Lun, 28/11/2022 - 17:20

Condividi su:


Gli stadi sarebbero undici tra cui il nuovo San Siro di Milano, l'Olimpico di Roma e il Maradona di Napoli ma non il Renato Curi di Perugia, sebbene nella sua storia abbia sempre portato fortuna agli Azzurri

Perso il treno per il Mondiale in Qatar, in scena da questa domenica 20 novembre a domenica 18 dicembre negli otto stadi di Doha e altre quattro città dell’emirato del Vicino Oriente, l’Italia calcistica sogna di tornare protagonista non solo in campo, ma anche come l’organizzatrice di un’altra grande manifestazione. L’obiettivo della Federazione è il campionato europeo del 2032, ancora da assegnare e arrivato alla fase della raccolta delle candidature. L’Italia dunque c’è e a distanza di 32 anni sogna altre notti magiche come quelle del Mondiale del ’90.

Il torneo vinto all’epoca dalla Germania Ovest in finale contro l’Argentina, con l’Italia che arrivò terza battendo l’Inghilterra nella “finalina”, si svolse in un totale di dodici stadi, molti dei quali ristrutturati o costruiti per l’occasione. Il piano per il 2032 è quello di ridurre il numero a undici città e ai loro rispettivi stadi principali: Milano, Roma, Napoli, Bari, Palermo, Cagliari, Genova, Bologna, Firenze, Verona e Torino (a Italia ’90 c’era anche Udine).

Abodi a sostegno della candidatura dell’Italia

Dopo la manifestazione d’interesse dello scorso febbraio, l’ex presidente della Lega B Andrea Abodi ha spedito in questi giorni una nuova lettera alla UEFA per sostenere la candidatura della FIGC all’Europeo 2032, a conferma che l’evento sia considerato di “pubblico interesse e di rilevanza nazionale“.

Un’eventuale approvazione raccoglierebbe una risposta positiva nel nostro Paese da parte di tutta la comunità, non per nulla il calcio rimane ancora oggi con distacco lo sport più popolare in Italia, come testimonia anche questo studio sugli eventi sportivi più seguiti in streaming.

Il no al Mondiale con Egitto e Arabia Saudita

Ma c’è dell’altro. La candidatura dell’Italia a Euro 2032 arriva dopo il no alla FIFA sulla proposta di un Mondiale insieme a Egitto e Arabia Saudita, quindi all’ipotesi di un torneo itinerante fra i tre Paesi di Europa, Africa e Asia che avrebbe replicato in un certo senso la formula dell’ultimo Europeo vinto propria dalla nazionale di Mancini. La Federazione si sente forte del suo progetto e proprio per questa ragione non accetta compromessi. L’unico avversario per il momento sarebbe la Turchia, che finora non ha mai ospitato competizioni fra nazionali di calcio.

La lista degli undici stadi. Il Curi rimane fuori

Gli stadi, come detto, sarebbero undici: il nuovo San Siro di Milano, ossia la “cattedrale” del progetto di Populous che ha già incontrato il sì definitivo di Inter e Milan, come si legge questo articolo che parla della struttura, l’Olimpico di Roma, il Maradona di Napoli, il Barbera di Palermo, l’Unipol Domus di Cagliari, il Ferraris di Genova, il Dall’Ara di Bologna, il Franchi di Firenze, il Bentegodi di Verona e l’Allianz di Torino. Fuori dunque ancora una volta il Renato Curi di Perugia, sebbene nella sua storia abbia sempre portato fortuna agli Azzurri.

Per esempio, il debutto nel 1983 con la vittoria per 3-1 contro Cipro in un match di qualificazione agli Europei del 1984. Poi altre tre vittorie, tra cui quella contro la Georgia (1-0) nelle qualificazioni al Mondiale del ’98, e due pareggi, incluso lo 0-0 dell’ultima amichevole giocata nel 2014 contro il Lussemburgo. L’Italia punta dunque sugli stadi da sempre più rappresentativi e appartenenti ai club che per più anni hanno militato in Serie A. Ma chissà che anche al Curi non si possa tornare presto ad esultare per la nazionale.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!