Caccia all’uomo, i carabinieri di Spello, Assisi e Perugia arrestano due ladri, un terzo in fuga

Caccia all’uomo, i carabinieri di Spello, Assisi e Perugia arrestano due ladri, un terzo in fuga

Notati mentre stavano rubando un’auto a Spello, i malviventi si sono dati alla fuga ma si sono impantanati in una mulattiera

share

Due rom di 24 e 28 anni, residenti nell’assisano, sono stati arrestati dai carabinieri di Spello con l’accusa di tentata rapina in concorso, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale; un terzo uomo, di cui non sono note le generalità, è in fuga e sono in corso le indagini per rintracciarlo e assicurarlo alla giustizia.

Secondo la ricostruzione dei militari della compagnia di Foligno, coordinata dal comandante dei carabinieri di Foligno Angelo Zizzi, martedì 13 marzo alle 20 i tre malviventi hanno provato a rubare un’auto, ma sono stati sorpresi dal proprietario che ha ingaggiato una colluttazione con il ladro, riuscendo a bloccarlo ma venendo ferito visto che l’uomo, partito con il mezzo in retromarcia, ha trascinato il giovane per circa per circa 50 metri, procurandogli un trauma cranico e contusivo ed escoriazioni superficiali multiple giudicate guaribili in cinque giorni.

Il ladro a questo punto ha desistito, ed è scappato con due complici a bordo di una Opel Zafira: il giovane, nonostante le ferite, ha allertato i carabinieri, che poco dopo hanno rintracciato il mezzo: la Zafira, durante la fuga verso Assisi, ad Acquatino di Spello ha urtato e danneggiato un mezzo in transito condotto da un cittadino macedone, miracolosamente illeso.

La fuga dei malfattori si è poi arenata a Rivotorto: anche a causa del fango, la Opel è uscita di strada e si è ribaltata (uno dei ladri è rimasto ferito alla spalla): due persone, appunto i giovani ventenni, sono stati arrestato, ma un terzo è fuggito. Al termine delle formalità di rito i due sono stati arrestati chiusi nel carcere di Spoleto, a disposizione della Procura della Repubblica; le indagini sono ancora in corso per rintracciare e arrestare la terza persona.

Articolo aggiornato alle 11:50

share

Commenti

Stampa