Bollette a nome dell'assistito | Denunciata ex badante

Bollette a carico dell’anziano che aveva assistito | Denunciata ex badante

Redazione

Bollette a carico dell’anziano che aveva assistito | Denunciata ex badante

Mer, 25/01/2023 - 13:25

Condividi su:


Denunciata ex badante individuata risalendo ai firmatari del contratto

Bollette a carico di un suo ex assistito, grazie ad un furto di identità da parte di una badante. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Foligno, all’esito degli accertamenti investigativi scaturiti dalla presentazione di una querela da parte di un anziano, hanno denunciato una 45enne per i reati di truffa aggravata e sostituzione di persona.

Bollette per un appartamento che non era il suo

Tutto ha avuto inizio quando l’uomo si è presentato in Commissariato lamentando di aver ricevuto due bollette del gas – per un importo complessivo superiore ai 700 euro – riferite ad un appartamento diverso dal suo. L’anziano, avendo ottenuto in copia dalla società erogatrice del servizio il contratto di attivazione della fornitura di gas, aveva constatato che erano state utilizzate le sue generalità e che, come documento di riconoscimento, era stata fornita la sua carta di identità, senza tuttavia riuscire a capacitarsi di come ciò potesse essere avvenuto.

La 45enne era già nota alle forze dell’ordine

Gli agenti, a quel punto, hanno approfondito la vicenda esaminando il contratto di attivazione della fornitura di gas e realizzando accertamenti in merito all’appartamento servito da tale fornitura. Ciò ha condotto gli investigatori ad una 45enne – già nota alla Polizia per reati contro il patrimonio ed in materia di sostanze stupefacenti – che nei mesi precedenti alla sottoscrizione del contratto, era entrata in contatto con l’anziano, fornendogli per un breve periodo assistenza domestica. Proprio in tale frangente, con ogni probabilità, la donna era dunque riuscita a procurarsi una copia o una fotografia della carta di identità della vittima. Pertanto, ultimati gli accertamenti del caso, gli operatori del Commissariato hanno deferito la 45enne all’Autorità Giudiziaria per i reati di truffa aggravata e sostituzione di persona.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!