Basilica Sant’Ubaldo, nuova convenzione per l’affidamento tra Comune e Diocesi

Basilica Sant’Ubaldo, nuova convenzione per l’affidamento tra Comune e Diocesi

La firma ‘tecnica’ è stata apposta dall’ing. Raffaele Santini e dal vescovo Luciano Paolucci Bedini, il sindaco Stirati preannuncia una cerimonia ufficiale di presentazione dell’atto

share

Sarà al centro di una importante iniziativa pubblica nel mese di marzo, presso la Basilica di Sant’Ubaldo, la Convenzione firmata martedì 15 gennaio scorso, tra Comune di Gubbio e Diocesi, per l’affidamento del complesso monumentale della Basilica stessa.

La firma ‘tecnica’ è stata apposta dall’ingegnere Raffaele Santini per il Comune e dal vescovo Luciano Paolucci Bedini, alla presenza anche del sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati, che annuncia la prossima cerimonia ufficiale di presentazione dell’importante atto, dopo i precedenti accordi del 2007 e del 2012 e la completa ristrutturazione edilizia dell’intero complesso, con l’individuazione, tra l’altro, di spazi e strutture da destinare alle “Memorie Ubaldiane” e a favore del Comitato Albero di Natale.

Con deliberazione del Consiglio Comunale nel giugno 2018, è stata disposta la concessione in uso per la durata di 30 anni alla Diocesi, per le finalità di culto e residenza dei religiosi addetti, conservazione ed esposizione dei Ceri. Il Venerato Corpo del Patrono e la sua stabile permanenza nella Basilica a lui dedicata sul Monte Ingino sono affidati alla Custodia del popolo eugubino; il sindaco terrà una delle chiavi dell’Urna mentre l’altra è affidata all’Ordinario Diocesano.

share

Commenti

Stampa