Bando periferie, Perugia approva i tre progetti per bruciare sul tempo le altre città

Bando periferie, Perugia approva i tre progetti per bruciare sul tempo le altre città

Il voto in Giunta mentre alla Camera si litigava sul Milleproroghe | I tre interventi


share

Mentre alla Camera, con la blindatura del Milleproroghe ed il successivo annuncio di un apposito decreto la prossima settimana, sparivano e ricomparivano come in un gioco di prestigio i soldi promessi a Perugia (leggi Bando periferie: Perugia spera nei soldi, Terni un po’ meno) a Palazzo dei Priori la Giunta si è riunita in tutta fretta per approvare i tre progetti esecutivi per Fontivegge e Bellocchio nell’ambito del bando periferie. Soprattutto dopo che l’accordo raggiunto nella notte tra il premier Conte ed il presidente di Anci Decaro fa presagire che i fondi saranno recuperati solo per quelle progettualità in stato avanzato.

E allora, via con i progetti esecutivi portati in giunta dall’assessore Fioroni.

Il recupero dell’ex scalo ferroviario

Il primo, per l’importo di 1,5 milioni di euro, prevede il  recupero, restauro e il consolidamento dell’edificio ex scalo-merci, oggi di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana Spa, con destinazione, nell’ambito della promozione delle attività creative della cultura giovanile, all’insediamento di laboratori legati alle arti grafiche e multimediali e della Biblioteca delle Nuvole,  spazio dedicato interamente al fumetto e all’illustrazione. Nell’immobile, altresì, verrà realizzato un Centro di grafica avanzata, che svolga la funzione di formazione, produzione e diffusione di contenuti ad elevato livello tecnologico nei settori della grafica, della realtà virtuale e aumentata e della produzione multimediale.

La Palazzina delle Arti

Il secondo progetto, per 480mila euro, prevede il recupero della palazzina, di proprietà Rfi, da adibire, sul modello della “Maison des Artistes”, ad attività ricreative/artistiche con la presenza di laboratori, spazi espositivi ed alcune  camere per ospitare temporaneamente artisti anche provenienti da altri Paesi, con significativi miglioramenti in tema di accessibilità per le persone con disabilità.

L’ex parcheggio Metropark

Con il terzo ed ultimo progetto, per l’importo di 970mila euro, si prevede infine la riqualificazione dell’area occupata dal parcheggio ex Metropark, mantenendo inalterata la destinazione d’uso ma ottimizzando la funzionalità, gli accessi, la connessione con la stazione e con tutti i servizi dell’area; si prevede anche la demolizione dei volumi dell’ex distributore per rendere il parcheggio maggiormente fruibile e connesso pedonalmente alla stazione.

Il Comune di Perugia, con l’approvazione odierna degli ultimi tre progetti – il commento dell’assessore Fioroni – ha mantenuto fede agli impegni assunti con il Governo producendo nei termini l’intera documentazione progettuale richiesta. Si tratta, nel dettaglio, di tre progetti innovativi che sono in grado di favorire la riqualificazione e rivitalizzazione dell’area di Fontivegge/Bellocchio“.

 

share

Commenti

Stampa