Ballottaggio Foligno, la sfida tra Pizzoni e Zuccarini | Vince il centrodestra VIDEO - Tuttoggi

Ballottaggio Foligno, la sfida tra Pizzoni e Zuccarini | Vince il centrodestra VIDEO

Sara Fratepietro

Ballottaggio Foligno, la sfida tra Pizzoni e Zuccarini | Vince il centrodestra VIDEO

Lo spoglio delle elezioni amministrative di Foligno per l'elezione del nuovo sindaco tra Luciano Pizzoni e Stefano Zuccarini | Aggiornamenti
domenica, 09/06/2019 - 23:19

Condividi su:


Ballottaggio Foligno, la sfida tra Pizzoni e Zuccarini | Vince il centrodestra VIDEO

Aggiornamento alle ore 01.09 – I dati ufficiali della prefettura ufficializzano la vittoria di Stefano Zuccarini alle elezioni amministrative di Foligno, mentre in piazza della Repubblica continuano i festeggiamenti per il neo sindaco. Il candidato del centrodestra vince con il 55,99% delle preferenze, ottenendo 15.016 voti.

Luciano Pizzoni, che siederà in consiglio comunale nei banchi dell’opposizione, ottiene oltre 3mila voti di meno: 11.804 (44,01%). Il ballottaggio, quindi, ha confermato gli orientamenti già espressi durante il primo turno, con il centrodestra che conquista anche la città della Quintana e si appresta anche all’assalto della Regione Umbria in autunno.


Aggiornamento alle ore 00.25 – Stefano Zuccarini è il nuovo sindaco di Foligno. I dati ufficiali della prefettura sono fermi a 38 sezioni scrutinate su 54 ed il candidato del centrodestra è al 55,76% delle preferenze, ma fuori dalla sede della Lega è esplosa la festa.

“Foligno cambia. Stefano Zuccarini Sindaco Lega nella città del potere rosso. È finita un’epoca e ne inizia un’altra in cui essere fieramente liberi. A testa alta, cuore gonfio di gioia!!!” è il commento di Virginio Caparvi (Lega).


Aggiornamento ore 00.18 – Zuccarini è uscito in strada, con il centrodestra che si appresta a festeggiare ufficialmente fra poco: il clima è festoso visto che è stata scrutinata più della metà delle sezioni. Sono 32 i seggi scrutinati su 54 e Zuccarini è al 56,57%, con oltre 1800 preferenze di stacco rispetto a Pizzoni. Accanto al candidato del centrodestra, nella sede della Lega, gli esponenti anche degli altri partiti, con i parlamentari Virginio Caparvi (Lega) e Franco Zaffini (Fdi).

Foligno libera!

Publiée par Franco Zaffini sur Dimanche 9 juin 2019

Aggiornamento ore 00.12 – Procede speditissimo lo spoglio: 25 le sezioni scrutinate su 54, quasi la metà, ed i voti di differenza tra Stefano Zuccarini e Luciano Pizzoni sono quasi 1600. Il candidato del centrodestra è al 57,6% delle preferenze, 42,4% quello del centrosinistra.


Aggiornamento ore 00.10 – Con 21 sezioni su 54, Zuccarini è al 56,96%, Pizzoni al 43,04%: aumenta il divario tra i due in numeri assoluti con 1.200 preferenze circa.


Aggiornamento ore 00.03 – Quasi mille voti di differenza tra Zuccarini e Pizzoni con 18 seggi su 54. Il candidato del centrodestra è al 57,02%, quello del centrosinistra al 42,98%.


Aggiornamento alle ore 23.57 – Con 14 sezioni su 54, Zuccarini è avanti con il 57,59% dei voti (2.807), mentre Pizzoni è al 42,41% (2.067).


Aggiornamento alle 23.52 – Con 8 sezioni su 54 scrutinate ufficialmente, Stefano Zuccarini è avanti con il 58,98% delle preferenze (1425 voti), mentre Pizzoni è al 41,02% (991 voti). Ovviamente la strada verso la fine dello spoglio è ancora lunga, ma il trend che emerge è piuttosto indicativo della volontà di cambiamento dei folignati.


Aggiornamento ore 23.38 – Sono 2 i seggi scrutinati su 54 al momento, con Zuccarini in vantaggio su Pizzoni con il 70,15% delle preferenze (141 voti), mentre Pizzoni è a 60 voti. Ovviamente si tratta di due seggi piccoli, tra cui quello di Casenove, il primo ad essere arrivato nelle sedi dei comitati elettorali sono presenti i due candidati a sindaco. Dai dati ufficiosi dei comitati elettorali, il candidato del centrodestra è in vantaggio anche in altri seggi scrutinati.


Aggiornamento alle ore 23.28 – Arrivano i dati definitivi sull’affluenza alle urne: a Foligno ha votato per il ballottaggio il 61,23% degli aventi diritto con un calo di quasi 9 punti percentuali rispetto al primo turno (erano stati il 70,06% due settimane fa).  Un calo quindi c’è stato ma in realtà piuttosto contenuto rispetto alle altre città umbre al ballottaggio (Bastia, Marsciano, Gubbio e Orvieto)


Inizia lo spoglio per sapere chi sarà il prossimo sindaco di Foligno tra il candidato del centrosinistra Luciano Pizzoni e quello del centrodestra Stefano Zuccarini. Dopo un’infuocata campagna elettorale, con un clima teso soprattutto negli ultimissimi giorni, la giornata di domenica non ha fatto registrare tensioni o problemi.

In calo, comunque, rispetto due settimane fa, i folignati che si sono recati alle urne, anche se ancora non sono disponibili i dati dell’affluenza definitiva. Alle ore 19 era del 44.06% rispetto al 57,53% del primo turno.

A partire avvantaggiato è Stefano Zuccarini, sostenuto dalle liste Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Più in alto, che al primo turno ha conquistato 13.562 voti ed il 44,72% delle preferenze.

Luciano Pizzoni – appoggiato da Pd, Patto per Foligno, Foligno 20|30, Foligno in Comune e Foligno Soprattutto – ha raccolto invece 11.606 preferenze, il 38,27%.

Il ballottaggio, però, è una partita a sé, sia per l’affluenza, sia per capire cosa faranno gli elettori delle altre liste che hanno raccolto meno voti al primo turno, quelli del Movimento 5 stelle in primis. Ben 3.515 le preferenze che aveva raccolto il candidato pentastellato Fantauzzi e che non si è schierato per il secondo turno.


Condividi su:


Aggiungi un commento