Aumenta Tari a Spoleto. Sindaco insulta minoranza: "ridicoli". Ma nessuno lo aveva attaccato - Tuttoggi.info

Aumenta Tari a Spoleto. Sindaco insulta minoranza: “ridicoli”. Ma nessuno lo aveva attaccato

Redazione

Aumenta Tari a Spoleto. Sindaco insulta minoranza: “ridicoli”. Ma nessuno lo aveva attaccato

Mar, 23/04/2024 - 07:34

Condividi su:


Finisce a insulti, da parte del sindaco Andrea SIsti verso i banchi della opposizione, la seduta del Consiglio comunale di Spoleto chiamato a votare l’aumento della TARI

Un fuori programma al termine di una seduta per la verità pacata ma che indubbiamente dimostra più di un nervosismo in capo alla Giunta. E che ha comportato, per le offese subite, i consiglieri di minoranza, che già avevano espresso il proprio voto contrario, ad abbandonare l’aula con Giancarlo Cintioli che ha già annunciato di “non rimettere più piede in consiglio se non arriveranno le scuse scritte del sindaco”. Un’altra brutta pagina che neanche il presidente del consiglio comunale di Spoleto riesce più a gestire, tanto sono improvvise le sparate del primo cittadino. E per di più nel giorno in cui si è insediata la Consulta giovanile, sperando che i più giovani non abbiamo sentito cosa succedeva nel Parlamento cittadino.

Aumenta la Tari, + 30% entro il 2025 ma si sapeva da anni

Che la tariffa per i rifiuti fosse in salita, anche per direttive nazionali, si sapeva da tempo, almeno da due anni, con un aumento complessivo che sfiorerà il 30% entro la fine del prossimo anno.

La pratica per l’aumento 2024 (+8,6%) è arrivata ieri in consiglio con l’opposizione che ha criticato pacatamente, senza accusare nessuno, la scelta adottata. Sulla quale l’amministrazione non ha saputo trovare rimedi per diminuire magari la propria percentuale.

C’è chi come Giancarlo Cintioli (insieme per Spoleto) ha ricordato come, “se vi sono stati disservizi da parte di Vus, come denuncia il collega Alleori, mi domando perché il Comune non ha applicato il contratto chiedendo la messa in mora e incamerando le relative somme che magari ci avrebbero consentito di abbattere o calmierare la Tari?”. Sulla stessa linea la collega Alessandra Dottarelli (Alleanza Civica) che evidenzia come le scelte della Giunta Sisti di “svuotare” le casse per eliminare mutui che “si poteva continuare a pagare ratealmente” non consentono più di avere finanze necessarie per abbattere ad esempio la Tari. E ricorda come per “finanziare l’ASe, alla fine del 2023 siano stati presi 300mila euro proprio dalla Tari”.

Idem Alessandro Cretoni (FdI) che ha difeso l’azione della governance Vus ritenuta tra “le aziende più virtuose” e proponendo un confronto “anche serrato per trovare quel percorso virtuoso che ci consentirebbe di raggiungere quota 72%”.

Tutto avviene in modo tranquillo, senza affondi, con il sindaco che partecipa alla seduta a tratti, probabilmente chiamato nel suo ufficio per altre pratiche.

Fino a quando non rientra in Aula, prima del voto e spara a zero sulla opposizione che ha fatto capire che voterà contrario all’aumento.

Le offese del sindaco: “ridicoli, improponibili”

Che l’aumento di ogni imposta, tassa o tariffa non rende certo popolare il governo in carica, di qualunque colore sia, ma indubbiamente per il primo cittadino il non aver ricevuto il “sostegno” dell’opposizione deve essere stato un duro colpo.

Così al microfono Sisti dopo aver richiamato la necessità di “dare pari dignità alla Vus” attacca il vertice dell’azienda, il centrodestra, il prossimo Piano dei rifiuti regionale concludendo all’indirizzo della minoranza “siete ridicoli, improponibili, votate contro solo per scopi utilitaristici senza il coraggio di prendervi le vostre responsabilità”.

Le reazioni, ira di Cintioli, tutti abbandonano i lavori

A prendere la parola è il vice presidente del consiglio, Sergio Grifoni: “ridicolo se lo può tenere per sé, e se lo può portare a Perugia” dice all’indirizzo del primo cittadino.

A dir poco irato Cintioli: “Rimango offeso dal sindaco, non sono ridicolo perché ho votato contro, nel mio intervento ho spiegato chiaramente il dissenso e il perché questa amministrazione ha in qualche modo le sue responsabilità. Non si può sentire dalla maggioranza che va tutto male e poi votano l’aumento; se il Comune di Spoleto e l’attuale maggioranza non sono d’accordo sul servizio, da contratto, ci sono le penalità, così si poteva evitare l’aumento. Rimando a lei il ridicolo; una cosa è certa, a lei non permetto più di appellarmi in quel modo, non lo faccia più! E non parteciperò più ai lavori del consiglio fino alle scuse scritte di Sisti”.

Dottarelli si trova a ribattere al sindaco che nel frattempo ha abbandonato l’aula: “il fatto che se ne sia andato è un rafforzativo dell’atteggiamento tenuto fin qui, io l’ho ben argomentato, se non ha ascoltato è problema suo”. Stessi commenti per Cretoni e Imbriani (Lega).

In aula resta solo la maggioranza che approfitta per approvare senza colpo ferire il Regolamento per lo Sportello Unico (Suape) tra la gioia del capogruppo del Pd Cesaretti e dell’assessore Angelini Paroli.

Al presidente del consiglio comunale non resta che chiudere i lavori.

© Riproduzione riservata

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!