Assisi, rimpasto di Giunta | Travicelli, “la passionaria non si arrenderà mai”

Assisi, rimpasto di Giunta | Travicelli, “la passionaria non si arrenderà mai”

Il messaggio su Facebook | Le nuove deleghe in giunta

share

Ancora polemiche dopo il rimpasto di giunta ad Assisi. L’ex assessore comunale, Claudia Maria Travicelli, ha affidato a Facebook un messaggio, una sorta di sassolino nella scarpa con il quale ha spiegato come mai, dallo scorso 10 di agosto, non ricopre più il ruolo di assessore della Città Serafica. Al posto suo, e con un rimpasto di deleghe, è infatti comparso Italo Rota.

>>> Assisi, nuovo assessore in giunta e rimpasto deleghe

La vita continua…la passionaria non si arrenderà mai!“, scrive Travicelli su Facebook. “Se ne è parlato in tutte le salse e ne hanno parlato forse anche in troppi, mi riferisco in modo particolare ad alcuni improvvisati della politica e a molti azzeccagarbugli, che senza titolo si professano difensori dell’indifendibile, dal 10 di Agosto non per mia volontà e ci sarebbe tanto da dire, non ricopro più il ruolo di Assessore del Comune di Assisi. Da oggi torno al mio lavoro, quello di una semplice cassiera. Si fa presto a chiacchierare e a cercare di buttare fango sugli altri, senza però comprendere che tutto quel fango, prima o poi, ritornerà al mittente. La politica va fatta con passione, altruismo, onestà e generosità. Lascio in questa Amministrazione un pezzo del mio  ho cercato con grande rispetto di portare il mio apporto, posso ringraziare tutti i dipendenti, dirigenti e tutti coloro che in forme diverse, ogni giorno portano avanti questa stupenda macchina. Ora torniamo ad oggi, lunedì 21 agosto, sono pronta per tornare davanti alla mia cassa (solitamente la numero 3), ci torno con grande rispetto ed orgoglio, consapevole che avere un lavoro, oggi come oggi, è un grande regalo e privilegio“.

Nessun motivo politico dunque dietro al rimpasto di giunta. Piuttosto la necessità di mantenere gli stessi equilibri affiancando alla ‘vecchia’ giunta una figura tecnica di spessore, come quella di Italo Rota, al quale sono state assegnate le deleghe di Forma, Rigenerazione Sostenibile della Città, del Sistema Ecoculturale e del Paesaggio.

Ad Assisi, dunque la nuova squadra vede, insieme al già citato Rota: il sindaco Stefania Proietti (Politiche urbanistiche e Piano Regolatore Generale – Lavori pubblici – Programmazione e controllo di gestione –Servizi operativi – Infrastrutture strategiche, Ospedale, Aeroporto – Materie relative al personale, all’ordinamento e all’organizzazione uffici – Università – Relazioni internazionali ONU e UNESCO – Basiliche, siti francescani e luoghi religiosi – Società partecipate – Bilancio e politiche fiscali – Politiche per l’ambiente e l’energia, gestione dei rifiuti – Sviluppo sostenibile – Innovazione sociale – Coordinamento eventi, attività e manifestazioni culturali (in stretto raccordo con assessorato Turismo e Cultura) – Politiche per la famiglia e tutto ciò che non è espressamente delegato agli Assessori); Valeria Stoppini (Attività produttive e Commercio (SUAP) – Industria artigianato e agricoltura – Polizia municipale – Piano del traffico, trasporti e mobilità – Sicurezza – Legalità – Protezione civile – Frazioni – Manutenzioni – Parco del Subasio e aree verdi – Arredo urbano – Demanio e patrimonio – Politiche abitative di edilizia pubblica – Servizi Demografici ed Elettorali e Toponomastica); Veronica Cavallucci (Politiche giovanili- Pari opportunità – Sport – Proloco – Associazioni – Rapporti con il volontariato – Promozione e occupazione giovanile e femminile); Eugenio Guarducci (Turismo e cultura (in stretto raccordo con il Sindaco) – Programmazione e progettazione per l’innalzamento della qualità – Promozione brand territoriale – Valorizzazione del patrimonio edilizio per la cultura); Simone Pettirossi (Politiche Scolastiche ed Educative – Servizi Sociali – Innovazione digitale, informatizzazione e semplificazione amministrativa – Smart City – Comunicazione, marketing e social media per la promozione del territorio – Trasparenza amministrativa – Partecipazione – Sistemi informativi territoriali – Politiche attive per il lavoro – ICT, Innovazione e Start-Up – Fondi europei – Qualità della vita – Sportello del cittadino – Inclusione, integrazione e lotta alla povertà – Accessibilità – Cooperazione sociale e Terzo settore – Politiche per la tutela del consumatore – Gemellaggi e patti di amicizia – Cooperazione internazionale e Assisi Città della Pace – Rapporti con il Consiglio Comunale).

©Riproduzione riservata

share

Commenti

Stampa