Assegnazione case popolari, Carizia "Pronti a modificare Regolamento" - Tuttoggi

Assegnazione case popolari, Carizia “Pronti a modificare Regolamento”

Redazione

Assegnazione case popolari, Carizia “Pronti a modificare Regolamento”

Il sindaco di Umbertide "Operazione di buon senso per privilegiare cittadini che hanno un forte e concreto legame con il territorio umbertidese"
Sab, 06/10/2018 - 10:02

Condividi su:


La rivoluzione delle graduatorie per le case popolari nel mirino della giunta Carizia che, ieri mattina (venerdì 5 ottobre), con l’assessore ai Servizi sociali Sara Pierucci, ha partecipato ad una conferenza stampa del Comune di Terni dell’assessore Marco Cecconi, dove si illustrava proprio il nuovo Regolamento per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale sociale.

Come annunciato in campagna elettorale – spiega il sindaco di Umbertide Luca Cariziastiamo lavorando per redigere un nuovo regolamento sulle graduatorie delle case popolari, che consenta di privilegiare nelle assegnazioni i cittadini che hanno un forte e concreto legame con il territorio umbertidese. Come il Comune di Terni anche quello di Umbertide è intenzionato a proporre alla Regione Umbria di prevedere l’obbligo di certificare l’assenza di alloggi adeguati nei paesi di origine dei cittadini stranieri e chiedere la collaborazione delle ambasciate e dei Consolati per verificarne la veridicità delle auto dichiarazioni come avviene in altre regioni italiane”.

All’origine della nostra operazione c’è il buon senso – prosegue il primo cittadino – riteniamo infatti inaccettabile che i cittadini italiani siano sottoposti alla verifica dei propri beni eventualmente posseduti in altre città rispetto ad Umbertide, e ciò non valga per tutti gli altri. Nel nuovo regolamento oltre a questa importante novità sarà richiesto anche un periodo di residenza consecutivo uguale o superiore ai 15 anni”.

La nostra – conclude Carizia – sarà una scelta che tenderà la mano alle famiglie realmente bisognose, a quei nuclei familiari che non possiedono beni né ad Umbertide né in qualsiasi altra parte del mondo. La Giunta, con questo regolamento in fase di elaborazione, vuol ridare dignità ad un territorio per troppi anni sottomesso ad un sistema che ne ha limitato le naturali potenzialità”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!