Area Ex Fat diventa 'Piazza delle Tabacchine' "Un giorno storico" - Tuttoggi

Area Ex Fat diventa ‘Piazza delle Tabacchine’ “Un giorno storico”

Davide Baccarini

Area Ex Fat diventa ‘Piazza delle Tabacchine’ “Un giorno storico”

Sab, 26/06/2021 - 15:37

Condividi su:


L'ormai ex Piazza dell'Archeologia di Città di Castello è stata intitolata alle grandi lavoratrici del tabacco, l'opera è costata 1.400.000 euro con l'impiego di 13 aziende

Piazza dell’Archeologia, da oggi (26 giugno), è diventata Piazza delle Tabacchine. Sotto un sole cocente ha avuto luogo stamattina la cerimonia di intitolazione alle storiche lavoratrici della Ex Fat, “simbolo dell’emancipazione femminile e di Città di Castello“, come sottolineato dal sindaco Luciano Bacchetta.

Alla presenza delle maestranze di oggi (schierate con la divisa) e di ieri, numerose istituzioni civili e militari e altrettanti tifernati, nella rinnovata area Ex Fat (dove in principio vi erano i capannoni abbandonati) è tornata a suonare la sirena – “storico” segnale che scandiva entrata e uscita dal lavoro delle tabacchine – che ha dato il via all’esibizione della Filarmonica “G. Puccini” e agli interventi del primo cittadino, del presidente Fat Fabio Rossi, del presidente Fintab spa Alessandro Pennati Belluschi e dell’assessore ai Lavori Pubblici e vicesindaco Luca Secondi.

Proprio quest’ultimo ha parlato di “un luogo autentico della storia della città, la cui intitolazione alle tabacchine porta un messaggio di rispetto, amore e affetto per questa categoria di lavoratrici tifernati, che hanno portato avanti la nostra economia con ore e ore di lavoro nei campi”.

Secondi ha poi parlato del progetto pubblico-privato, costato 1.400.000 euro, dalla ripavimentazione al parcheggio pubblico (che aprirà lunedì 28 giugno) e che ha visto protagoniste ben 13 aziende. “Dopo molti anni, dibattiti e difficoltà – tra cui l'”intoppo” del 2018 in seguito all’arresto dell’amministratore della società aggiudicatasi l’appalto dei lavori – “l’opera ha trovato finalmente il suo compimento, chiudendo quella che in precedenza era una grossa ferita della città“.

Il presidente della Fat Fabio Rossi, ricordando i 110 anni (a ottobre) della cooperativa ha sottolineato “il risultato positivo di un’idea nata oltre 40 anni fa, in un luogo che è stato cuore pulsante della città. A Città di Castello c’è stato il primo caso di ‘disparità al rovescio’: le tabacchine sono state figure chiave del lavoro, con una remunerazione più alta degli uomini e fonte di sviluppo dell’economia locale. A ottobre metteremo anche una statua dedicata a loro al centro della piazza”. “La cerimonia di oggi – ha concluso il presidente Fintab Pennati Belluschi ha riportato ad oggi un pezzo di storia che non va dimenticata“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!