Apertura pesca, boom di 'ami' su acque ternane anche da fuori regione - Tuttoggi

Apertura pesca, boom di 'ami' su acque ternane anche da fuori regione

Redazione

Apertura pesca, boom di 'ami' su acque ternane anche da fuori regione

Sab, 03/03/2012 - 14:07

Condividi su:


Apertura pesca, boom di 'ami' su acque ternane anche da fuori regione

Apertura della stagione di pesca sostanzialmente tranquilla con un notevole afflusso, per la prima volta, del numero di appassionati provenienti da altre regioni e province limitrofe. La maggior parte dei circa 10.000 pescatori ternani, incrementati da provenienti da realtà limitrofe, si è concentrata lungo i tratti principali del fiume Nera in Valnerina, del Chiani e del Fersenone nell’orvietano. Poche le irregolarità constatate grazie ai costanti e attenti controlli della Polizia provinciale in collaborazione con le guardie giurate
volontarie appartenenti alle associazioni dei pescatori sportivi e ambientaliste. Secondo il rapporto diffuso ieri dall’assessorato provinciale alla Pesca e dal comando di Palazzo Bazzani, l’attività di pesca si è svolta in modo ordinato e nella maggior parte dei casi nel rispetto delle leggi vigenti. E’ stato infatti elevato un numero molto ridotto di sanzioni amministrative relative soprattutto alla errata compilazione del tesserino di pesca (100 euro) e alla cattura di trote superiori al numero consentito (100 euro ogni capo in
soprannumero). Soddisfazione per i dati positivi dell’apertura è stata espressa dall’assessore provinciale alla Pesca Filippo Beco e dal comandante del corpo di Polizia provinciale, cap. Gervasio Gialletti, i quali hanno sottolineato sia la novità costituita dall’affluenza di pescatori da fuori provincia e regione che testimonia della qualità delle acque provinciali, sia la consolidata collaborazione con le associazioni di pescasportivi e con le guardie volontarie.


Condividi su:


Aggiungi un commento