Antico tempio sul monte San Salvatore di Amelia, se ne parla in una conferenza

Antico tempio sul monte San Salvatore di Amelia, se ne parla in una conferenza

Appuntamento domani mattina nella chiesa di San Salvatore promosso da Italia Nostra | Conferenza con l’archeologa Paola Guerrini e il paleografo epigrafista Carlo Tedeschi

share

Pochi sanno che in cima al Monte San Salvatore di Amelia, dalla cui sommità si gode un panorama bellissimo, al termine di una Via Crucis settecentesca che ottenne il privilegio dell’indulgenza del pellegrinaggio gerosolimitano da parte di Papa Clemente XII nel 1732, doveva nell’antichità esistere un edificio romano di rilevante importanza.

L’esistenza di questo edificio, forse un tempio, è testimoniata da vari reperti che si trovano conservati nei muri e nei pavimenti del complesso formato dalla Chiesa di San Salvatore e le costruzioni annesse. Infatti, benché la piccola chiesa risalga al XVI secolo, gli edifici che la circondano su due lati sono molto più antichi e potrebbero risalire al periodo gotico, quando vennero edificati riutilizzando materiali preesistenti, di epoca romana.

In occasione della seconda Giornata Nazionale dei Beni Comuni, per valorizzare il sito e recuperare la via Crucis, abbandonata da anni al degrado, la sezione Italia Nostra Amelia organizza, domenica 13 maggio alle ore 11.30, una conferenza con l’archeologa Paola Guerrini e il paleografo epigrafista Carlo Tedeschi sulle rilevanze archeologiche della tarda antichità e del medioevo.

Italia Nostra inoltre inserirà il sito nella Lista Rossa dei Beni Culturali in pericolo, cercando di attivare tutta una serie di iniziative che possano portare al recupero e alla tutela della Via Crucis. Far conoscere Monte San Salvatore e incoraggiarne la fruizione è il primo passo per poter trovare i finanziamenti necessari per realizzare un progetto di recupero già ideato e preparato dall’Agenzia Forestale Regionale, ufficio di Guardea, cui va il nostro sincero ringraziamento.

Appuntamento quindi il 13 maggio dalle 11.30 alle 12.30 per la conferenza, cui seguirà un aperitivo in cima al colle, nella Chiesa di San Salvatore, che si raggiunge a piedi dalla Via Crucis che parte da Via Roma, oppure in auto, salendo dalla strada che parte da Via delle Rimembranze.  Ai piedi di entrambe gli accessi saranno installate indicazioni chiare e visibile per aiutare i visitatori ad identificare il percorso. La sezione garantirà l’apertura straordinaria della Chiesa, dalle 10.00 alle13.00 e dalle 15.00 alle 17.00.

share

Commenti

Stampa