Antichi borghi e valorizzazione, se ne parla a Postignano - Tuttoggi

Antichi borghi e valorizzazione, se ne parla a Postignano

Redazione

Antichi borghi e valorizzazione, se ne parla a Postignano

Sabato doppio appuntamento nel borgo di Postignano, al mattino importante convegno sul recupero dei borghi italiani come contributo allo sviluppo del paese
Mar, 17/10/2017 - 11:49

Condividi su:


Antichi borghi e valorizzazione, se ne parla a Postignano

Sabato 21 ottobre 2017, sin dalla mattina, il borgo di Postignano (Sellano) offrirà due interessanti iniziative. Dalle ore 10 alle 13.30, nella Chiesa SS. Annunziata, si terrà il convegno dal titolo “Il recupero e la valorizzazione degli antichi borghi d’Italia: un contributo allo sviluppo socio-economico del Paese”.

Moderati dal giornalista ed inviato de la Repubblica Antonio Cianciullo, interverranno: Dorina Bianchi, Sottosegretario del MiBACT – Giuseppe De Rita, Presidente CENSIS – Sabrina Lucatelli, Coordinatrice della strategia nazionale aree interne per la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Alessandra Bonfanti, Direttivo nazionale Legambiente, Responsabile nazionale Piccola Grande Italia – Silvia Viviani, Presidente dell’Istituto Nazionale di Urbanistica.

Il programma della giornata inizierà con il saluto di Attilio Gubbiotti, Sindaco del Comune di  Sellano; a seguire, prenderanno la parola Matteo Scaramella, Amministratore di Castello di Postignano Servizi – Claudio Bacilieri, direttore della rivista Borghi Magazine – l’Arch. Gennaro Matacena che introdurrà la proiezione del video “RECUPERO DEL CASTELLO DI POSTIGNANO”, presentato al Festival International du Film sur l’Art (FIFA), Montréal, Canada. E’ stata invitata Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria.

Oltre il convegno, alle 17.30, sempre nella Chiesa SS. Annunziata avrà luogo l’ultimo concerto di “Un Castello all’Orizzonte 2018”: protagonisti dell’appuntamento musicale dal titolo “Romantik musikalische Raritäten”, saranno Ivano RONDONIal clarinetto e Christa BUTZBERGER al pianoforte che eseguiranno musiche diReinecke, Jenner e Winding. L’ingresso è gratuito.

 A proposito del convegno, l’Arch. Matteo Scaramella afferma: “Rivitalizzare i borghi italiani, in particolare quelli collinari, e il contributo che essi possono dare allo sviluppo economico delle aree interne del paese; il turismo svolge certamente un ruolo centrale tra le possibili attività portatrici di sviluppo. Una componente dal forte valore trainante, anche se numericamente limitata, è quella dei borghi di proprietà privata gestiti in maniera unitaria. Questo settore ha sviluppato una notevole conoscenza delle problematiche costruttive, tecniche ed economiche – di quelle amministrative e di relazione con uffici comunali spesso sottodimensionati e inadeguati – con le Soprintendenze – dei mercati turistici – di aspetti territoriali quali accessibilità logistica, disponibilità di reti ADSL, reti di micro imprenditorialità locale di servizi turistici. Castello di Postignano sta lavorando alla costituzione di una rete di antichi borghi umbri recuperati e destinati a nuove forme di accessibilità, a partire proprio da quella turistica, per uno scambio di esperienze ed elaborazione di proposte. La concomitanza con l’Anno dei borghi e con l’attuazione della Strategia nazionale per le aree interne, permettono di affrontare le principali problematiche relative alla rinascita dei borghi con il contributo di autorevoli personalità attive nel contesto della politica, delle scienze economiche e sociali, dei sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale e artistico, della pianificazione urbanistica e dello sviluppo dei territori”.


Condividi su:


Aggiungi un commento