Ancora minacce e botte ai sanitari del pronto soccorso, interviene la polizia

Ancora minacce e botte ai sanitari del pronto soccorso, interviene la polizia

Redazione

Ancora minacce e botte ai sanitari del pronto soccorso, interviene la polizia

Gio, 22/09/2022 - 15:03

Condividi su:


Un 29enne se l'è presa con il personale dell'ospedale e poi con i vigilantes prima e i poliziotti chiamati

Ancora minacce e botte nei confronti del personale sanitario del Pronto soccorso dell’ospedale di Perugia. Gli agenti della polizia di Stato di Perugia, a seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, sono intervenuti presso il pronto soccorso dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia per la presenza di un uomo che stava aggredendo il personale sanitario e quello della vigilanza.

Giunti sul posto, gli agenti hanno notato il 29enne mentre inveiva e minacciava il personale sanitario. Gli operatori dopo averlo avvicinato hanno tentato di calmarlo e di contenerlo ma l’uomo, incurante della loro presenza, ha proseguito con una condotta violenta e aggressiva, tentando di colpire gli agenti.

Nonostante le difficoltà, i poliziotti sono riusciti a contenere il 29enne con gli strumenti in dotazione e a farlo salire sull’auto di servizio per accompagnarlo in Questura.

Gli operatori sanitari, sentiti dal personale di un’altra pattuglia arrivata in supporto, hanno raccontato agli agenti che dopo essere intervenuti per prestare soccorso all’uomo, questi era andato in escandescenza, minacciandoli e insultandoli al punto da indurli a richiedere l’intervento del personale della vigilanza.

Hanno riferito che nonostante i tentativi della security di calmarlo, il 29enne aveva iniziato a spintonare i vigilantes, percuotendo al volto un infermiere che aveva tentato di fermarlo.

Gli agenti, a quel punto, dopo aver identificato l’uomo e aver constatato che era gravato da precedenti di polizia per reati di violenza sessuale, reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, lo hanno deferito all’autorità giudiziaria per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, minacce aggravate e lesioni nei confronti di personale incaricato di pubblico servizio.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!