ALL'ISTITUTO GEOMETRI DI FOLIGNO LA MUSICA COME MATERIA DIDATTICA ( foto) - Tuttoggi

ALL'ISTITUTO GEOMETRI DI FOLIGNO LA MUSICA COME MATERIA DIDATTICA ( foto)

Redazione

ALL'ISTITUTO GEOMETRI DI FOLIGNO LA MUSICA COME MATERIA DIDATTICA ( foto)

Ven, 23/01/2009 - 10:28

Condividi su:


ALL'ISTITUTO GEOMETRI DI FOLIGNO  LA MUSICA COME MATERIA DIDATTICA ( foto)

All' Istituto Tecnico Industriale e per Geometri di Foligno, oltre alla consueta offerta didattica e formativa: “Meccanica”, “Elettronica e Telecomunicazioni”, “Elettrotecnica e Automazione”, “Informatica”, “Geometri”, aree tecniche supportate dal necessario numero di laboratori, continuamente aggiornati all'evolversi della tecnologia industriale, vissuto dagli studenti con metodici sopralluoghi aziendali, è presente nell' Istituto anche una serie di attività extradidattiche per studenti che coltivano passioni ed hobby spesso difficili da gestire e supportare da parte delle famiglie. Una di queste è l' attività musicale.

Nel 2001, dal recupero di una batteria acustica degli anni sessanta custodita in un vecchio ripostiglio dell' Istituto, scaturì l'idea di creare una sala prove da mettere a disposizione degli studenti, non a titolo didattico ma semplicemente come servizio offerto ai musicanti appassionati interni all'istituto.

Il progetto, che sembrava inizialmente troppo ambizioso, non trovò ostacoli particolari se non quelli di natura finanziaria. Infatti una sala prove completa avrebbe richiesto una spesa globale che una scuola difficilmente poteva sostenere. Si scelse quindi, coinvolgendo parte dei fondi generosamente offerti dalla Consulta degli Studenti, di partire dall' essenziale, progettando di arricchire di tecnologia, anno per anno, quel sostanziale che inizialmente erano un mixer a quattro canali due casse acustiche amplificate, due microfoni e quella vecchia batteria.

Già quel poco ci permise comunque di iniziare l'attività che ora, nel corso degli anni è anche diventata cronaca temporale di quello che è stata l'evoluzione o, a seconda dei gusti, l' involuzione, delle caratteristiche musicali di chi, tra i giovani, fa musica.

Ogni anno l' attività musicale culmina in uno o più concerti, principalmente per la giornata dell'Arte e della Creatività, palco illustre per tanti studenti, esibizione artistica di pregio che ogni anno approda in una Città Umbra, coinvolgendo migliaia di Studenti.

Un esempio risulta d'obbligo per noi del personale addetto alla cura dell'attività, l'emozione visibile nei nostri studenti ad essere acclamati sul palco del Chiostro di San Nicolò, illustre Teatro di Spoleto, apprezzato ed innovativo Auditorium.

Agli studenti che frequentano il corso viene data la possibilità, dopo un periodo di affinamento di tecnica, di applicare immediatamente quelle nozioni che nello studio dello strumento, se non rese reali con una buona esecuzione immediata, andrebbero perse.

Senza pretese ne giudizi, durante il corso, che è solo pomeridiano, tutti, più o meno preparati che siano, hanno modo di suonare ottimizzando quello che la propria storia musicale ed il proprio buon gusto, hanno tracciato nel loro essere studenti-musicisti.

Il personale addetto predilige quindi un rapporto musicale aperto ed essenziale, evitando le movenze classiche dei Conservatori, privilegiando, in base ai tempi sicuramente ristretti ed alle varie esigenze, un concreto ed immediato rapporto con lo strumento e con l' esibizione, stabilendo delle regole essenziali per la musica moderna che sono il rispetto degli altri ed una forte forma di collaborazione, concezioni essenziali per produrre musica di qualità e soprattutto, buona abitudine per diventare dei validi tecnici ben inseriti nel mondo del lavoro e preparati a rapportarsi nel migliore dei modi con la realtà della vita.


Condividi su:


Aggiungi un commento