Allarme obesità: in Umbria 25mila bambini sovrappeso

Allarme obesità: in Umbria 25mila bambini sovrappeso

Redazione

Allarme obesità: in Umbria 25mila bambini sovrappeso

Si tratta di un problema di cultura e di educazione alimentare
Dom, 01/03/2020 - 12:33

Condividi su:


In Umbria si stimano circa 25mila bambini e adolescenti in eccesso di peso (sovrappeso o obesi), pari al 21,3% della popolazione tra i 3 ed i 17 anni. È quanto afferma la Coldiretti regionale, nel commentare il Rapporto realizzato da Unicef, Organizzazione Mondiale della Sanità e Lancet, sulla base dei dati Istat.

L’importanza delle abitudini alimentari

A pesare sono le abitudini a tavola all’interno dei nuclei familiari con il preoccupante abbandono in Italia dei principi della dieta mediterranea. Nel 2019 gli italiani nel carrello della spesa hanno tagliato gli acquisti di frutta e verdura scesi a circa a 8,5 miliardi di chili, in diminuzione del 3% rispetto all’anno precedente, con effetti sulla salute e sulla qualità della vita, secondo l’analisi della Coldiretti su dati CSO. A consumare meno frutta e verdura sono soprattutto i bambini e gli adolescenti – denuncia Coldiretti – con l’aumento così di rischi legati all’obesità e alle malattie ad essa collegate.

Qualificare l’offerta del km0

Per assicurare una migliore alimentazione ma anche per educare le nuove generazioni è importante – sostiene Coldiretti – qualificare l’offerta delle mense scolastiche anche con cibi locali a km 0 che valorizzano le realtà produttive locali e garantiscono genuinità e freschezza. La Coldiretti è impegnata nel progetto “Educazione alla Campagna Amica” che coinvolge alunni delle scuole elementari e medie in tutta Italia che partecipano a lezioni in programma nelle fattorie didattiche e nei laboratori del gusto organizzati nelle aziende agricole e in classe. Rientra proprio in quest’ambito ad esempio, la collaborazione in essere tra Coldiretti Terni e alcune scuole del territorio che si ripropone di realizzare percorsi interdisciplinari legati alla sana alimentazione grazie al protocollo di intesa “Dalla terra alla tavola … il benessere del futuro”.

Consumatori consapevoli

L’obiettivo – sottolinea Gina Vannucci responsabile Donne Impresa Coldiretti Terni, che con un gruppo di aziende sono protagoniste della collaborazione – è quello di formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e ricostruire il legame che unisce i prodotti dell’agricoltura con i cibi consumati ogni giorno e fermare il consumo del cibo spazzatura“.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!