Alla scuola di polizia il concerto di Natale della scuola Maestre Pie Filippini - Tuttoggi

Alla scuola di polizia il concerto di Natale della scuola Maestre Pie Filippini

Redazione

Alla scuola di polizia il concerto di Natale della scuola Maestre Pie Filippini

Ad allietare i bambini è stato un Babbo Natale scortato da una volante con lampeggianti e sirene accese
Ven, 18/12/2015 - 15:49

Condividi su:


Alla scuola di polizia il concerto di Natale della scuola Maestre Pie Filippini

Un Babbo Natale che arriva scortato dalla volante della Polizia a lampeggianti e sirene accese portando doni per tutti i bambini. E’ stato un evento ricco di sorprese ed emozioni, il concerto di Natale con il coro di voci bianche della scuola primaria paritaria Maestre Pie Filippini, diretto dall’insegnante Patrizia Laurenti, che si è svolto lunedì 14 dicembre alle ore 18:30, invitato presso la scuola di polizia. Una location inconsueta ma entusiasmante per gli alunni della scuola che hanno eseguito egregiamente brani della tradizione natalizia di varie epoche storiche e provenienza geografica, con particolare attenzione al messaggio pedagogico e al recupero delle tradizioni, come nell’esecuzione della “Pasquella” per voci, chitarra e flauti dolci.

Nel plauso generale del pubblico – presenti anche il commissario Claudio Giuliano e la direttrice della scuola di polizia, dottoressa Luisa Cozza, alla quale vanno i  sinceri ringraziamenti della scuola paritaria Maestre Pie Filippini, e tutto il personale – significativo è stato l’intervento di sua eccellenza l’arcivescovo monsignor Boccardo che ha onorato l’occasione della sua presenza. Le sue parole sono state molto preziose per tutti: “I bambini siano come porte aperte“, le stesse porte che ci permettono di comunicare con diverse culture, tradizioni lingue e usanze, per una cultura della tolleranza e della fratellanza. Un linguaggio speciale che solo i bambini sanno comprendere e che quotidianamente gli adulti dovrebbero apprendere.

La scuola Maestre Pie Filippini con la dirigente suor Anna Bortoli, ha dimostrato di essere una grande famiglia, presente sul territorio dialogante con istituzioni cittadine, segno di apertura, crescita cristiana ed educativa. In conclusione, la direttrice della scuola di polizia, ha detto che le strutture della scuola sono a disposizione della città e della cittadinanza e che è suo desidero che la porta sia aperta a tutti coloro che vorranno usufruirne.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!