Al via lavori di riqualificazione e messa in sicurezza di tratti di muro nel territorio di Marsciano - Tuttoggi

Al via lavori di riqualificazione e messa in sicurezza di tratti di muro nel territorio di Marsciano

Redazione

Al via lavori di riqualificazione e messa in sicurezza di tratti di muro nel territorio di Marsciano

Ad essere interessate le frazioni di Compignano, Morcella e San Valentino della Collina
Sab, 23/05/2020 - 10:10

Condividi su:


Al via lavori di riqualificazione e messa in sicurezza di tratti di muro nel territorio di Marsciano

Hanno preso avvio lunedì 18 maggio, per un importo di 77mila euro, i lavori di riqualificazione di tre tratti di muro, di proprietà comunale, presenti nei centri abitati di Compignano, Morcella e San Valentino della Collina. Si tratta di due muri di contenimento e uno di recinzione che sono stati interessati, negli anni passati, da crolli e dissesti determinando problemi di sicurezza e disagi sia per il traffico veicolare, trovandosi a ridosso di strade, che per i pedoni.

“Era quindi necessario – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Marsciano, Francesca Borzacchiello – intervenire quanto prima. Il percorso dei lavori, progettati nella seconda metà del 2019, ha dovuto fare i conti con lo stop legato all’emergenza pandemica, ma ora finalmente sono iniziati e potranno concludersi entro la fine dell’estate”.

A Morcella, la sistemazione del muro in fase di cedimento sarà preceduta da un intervento di riparazione di tratti di acquedotto e di fognatura, da molti anni soggetti a perdite, che si trovano proprio in corrispondenza del tratto di muro oggetto dei lavori.

“Ringrazio Umbra Acque – continua l’assessore Borzacchiello – il cui intervento ho espressamente richiesto per poter risolvere una delle tante criticità che manifestano le reti idriche e fognarie sul territorio. Ho inoltre raccomandato agli uffici e ai progettisti il più attento controllo su tutta la fase di realizzazione dei lavori e sulla loro contabilità. È infatti intenzione dell’amministrazione poter utilizzare le somme derivanti dal ribasso d’asta fatto dalla ditta aggiudicatrice dei lavori, e ogni ulteriore possibile risparmio, per altri e analoghi interventi di manutenzione che necessitano in diversi punti del territorio”.


Condividi su: