Agenzie di viaggio, bando contributi in Umbria - Tuttoggi

Agenzie di viaggio, bando contributi in Umbria

Sara Cipriani

Agenzie di viaggio, bando contributi in Umbria

290mila euro dedicati al supporto delle spese correnti delle imprese nel settore viaggi e turismo
Dom, 05/07/2020 - 12:07

Condividi su:


Agenzie di viaggio, bando contributi in Umbria

E’ stato pubblicato sul “Bur” del 3 luglio, il “Bando per la ripartenza economica delle agenzie di viaggio e turismo volto alla valorizzazione delle eccellenze turistiche della regione Umbria. Approvazione e pubblicazione”.

L’importo in dotazione che è stato stanziato è di con uno stanziamento di 290mila euro dedicate al supporto delle spese correnti delle agenzie, come per esempio:

  • canone di affitto della sede principale ove viene esercitata l’attività;
  • spese per le utenze relative alla sede principale ove viene esercitata l’attività;
  • spese per le polizze assicurative/bancarie;
  • spese necessarie per l’adeguamento ai protocolli sanitari relativi alla riapertura post Covid;
  • spese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale (DPI);
  • ogni altra spesa corrente fatta eccezione di quella sostenuta per il costo del personale

La presentazione della domanda dovrà essere fatta a mezzo PEC a partire dalle ore 8.00 del 6 luglio 2020 e non oltre le ore 24.00 del 20 luglio 2020.

Il commento dell’Assessore Agabiti

“Con questo contributo andiamo a sostenere le agenzie di viaggio dell’Umbria, messe a dura prova dall’emergenza covid 19 come tutto il comparto del turismo”. Così commenta l’assessore regionale al turismo, Paola Agabiti.

paola agabiti

È importante dare un segnale alle imprese e un contributo affinché possano tornare a lavorare e convogliare turisti nella nostra regione attraverso proposte commerciali attrattive e, allo stesso tempo, adeguate alle prescrizioni anti-contagio. L’Umbria è bella e sicura anche grazie alla professionalità di chi lavora in questo settore”.

“Attraverso questa iniziativa – conclude la Agabiti – proseguiamo nel nostro impegno a sostenere un comparto centrale per l’Umbria, nella consapevolezza che la nostra Regione ha tutte le caratteristiche, le capacità e le professionalità per poter ripartire proprio grazie al volano rappresentato dal comparto turistico”.