Aeroporto Umbria, approvato il bilancio | 200mila euro di utile nel 2017 | Nessuna “nuova” su vicenda FlyVolare

Aeroporto Umbria, approvato il bilancio | 200mila euro di utile nel 2017 | Nessuna “nuova” su vicenda FlyVolare

Nella nota inviata alla stampa, ancora una volta, non si fa cenno alla possibile perdita definitiva dei 250mila euro della cifra versata ai maltesi


share

Il Consiglio di Amministrazione di SASE SpA – società di gestione dell’aeroporto internazionale dell’Umbria – Perugia “San Francesco d’Assisi” – ha approvato l’esercizio chiuso al 31/12/2017, con un risultato positivo pari a 211.342 euro. Il Bilancio 2017 sarà presentato dal CdA SASE all’Assemblea dei Soci, convocata per inizio maggio. In una nota inviata alla stampa le valutazioni del CdA di SASE.

“Il risultato certifica gli sforzi compiuti nel quinquennio 2013-2017, che illustrano a fronte di un aumento sostanziale del business, un evidente trend di riduzione del deficit culminato con lo storico utile registrato nell’ultimo esercizio. Il dato risulta ancora più importante considerato il quadro di complessiva debolezza per il segmento degli aeroporti sotto al milione di passeggeri/anno che, negli ultimi anni, ha registrato numerosi fallimenti e chiusure. Con questo risultato vengono pienamente soddisfatti, con un anno di anticipo, gli obblighi derivanti dalla concessione ventennale (rilasciata nel maggio 2014) e dall’atto aggiuntivo degli organi competenti. Tali prescrizioni richiedono il raggiungimento di un MOL positivo ed un sostanziale equilibrio economico-finanziario della Società da raggiungere nei 4 anni dalla sigla della concessione.”

Come sempre il bollettino delle buone nuove  di SASE da Perugia, non scrive una virgola in più su alcuni punti del bilancio che meriterebbero un approfondimento tecnico e pubblico di maggiore respiro. Uno per tutti, come è stata iscritta la posta dei 500mila euro versati a Fly Volare e finita poi  nel noto contenzioso che ha lasciato in sospeso a tuttoggi la cifra di 250mila euro.


Tutto sulla vicenda Fly Volare


Tecnicamente  questi soldi sono ancora un credito di SASE a tutti gli effetti. E proprio per questo non si può non essere curiosi sulla similitudine tra utile dichiarato in bilancio e credito vantato nei confronti  di Fly Volare. Prudentemente, nel caso di un contenzioso in atto “volatile” come quello con Fly Volare, una saggia amministrazione mette in conto di non poter riavere la cifra vantata e proprio per questo apre un fondo di riserva, da iscrivere alle voci del Passivo nel bilancio societario, su cui accantonare un pari importo per coprire l’eventuale perdita.

Ovviamente siamo nel campo delle ipotesi, che non escludono che questa operazione sia stata eseguita. E questo perchè la società di gestione dello scalo umbro, al momento non ha fornito, come si può leggere sopra, nessun dettaglio ulteriore sul bilancio che va ancora approvato dall’Assemblea dei Soci a maggio.  Non resta che attendere dunque la pubblicazione del documento contabile a giugno per capire meglio,  a meno che SASE non decida di dire qualcosa in più prima.

share

Commenti

Stampa