A Trevi la storia locale arriva alla gente con, “I Venerdì della storia trevana”

A Trevi la storia locale arriva alla gente con, “I Venerdì della storia trevana”

Il 1 marzo V° ciclo di conferenze | Il prof. Luigi Sensi, Università degli Studi di Perugia, parlerà della storia della Famiglia Valenti.

share

La storia locale arriva alla gente, curiosa ed interessata con “I Venerdì della storia trevana”. Il primo marzo inizia il quinto ciclo di conferenze. Ad aprire la serie di conversazioni sarà il prof. Luigi Sensi dell’Università degli Studi di Perugia, il quale parlerà della storia della Famiglia Valenti. L’incontro avrà luogo nella Sala dello Spagna della Raccolta d’Arte di San Francesco di Trevi, alle ore 17.

La nobile casata Valenti è la più illustre famiglia di Trevi, molti suoi membri hanno svolto incarichi pubblici in Trevi e nello Sato della Chiesa. Vanno ricordati Valente Valenti del sec. XIV magistrato; Natimbene Valenti, sec. XV, che riformò gli statuti di Trevi e di Roma; Benedetto Valenti (XV-XVI sec.), colto e raffinato collezionista d’arte antica, la cui collezione verrà poi illustrata nelle Antiquitates Valentinae: primo catalogo d’arte a stampa. Romolo Valenti, (XVI) vescovo di conversano, il quale partecipò attivamente al Concilio di Trento.

Fausto Valenti, (XVI) protomedico in Roma, al quale si deve la Villa Faustana e l’altare in pietra e marmi policromi, dedicato al mistero della SS. Trinità, nel Duomo di Sant’Emiliano. Erminio Valenti, cardinale, perfetto diplomatico della corte aldobrandina, poi vescovo di Faenza nel 1605; Alessandro Valenti, primo Conte di Rivosecco. Ludovico Valenti, elevato alla dignità cardinalizia, fu vescovo di Rimini dal 1759 al 1763. Tommaso Valenti (1867 -1941) insigne storico e sindaco di Trevi. Antonio Valenti (1861-1946), fratello di Tommaso, pittore, dalle spiccate qualità pittoriche, che ha dato lustro non solo in seno alla famiglia ma alla città di origine, Trevi.

Infine vanno ricordati Simone Prosperi Valenti, prefetto, primo commissario di governo dell’Umbria, uomo di vasta cultura, che volle nella Monumentale Chiesa delle Madonna delle lacrime – il pantheon della famiglia – la bella epigrafe in ricordo di Tommaso Valenti, storiografo profondo e autore di fondamentali contributi e pubblicazioni sulla storia e l’arte di Trevi, e la consorte Virginia Maneschi Prosperi, che attraverso il Bollettino Storico della Città di Foligno ha illustrato l’antica casata.

share

Commenti

Stampa