ZACCHERONI, INSIEME A SINDACI, MAGISTRATI E PERUGIA CALCIO PER LE VITTIME DEL TERREMOTO IN GIAPPONE (Guarda)

ZACCHERONI, INSIEME A SINDACI, MAGISTRATI E PERUGIA CALCIO PER LE VITTIME DEL TERREMOTO IN GIAPPONE (Guarda)


share

Chi non ricorda i tantissimi giapponesi che riempivano le curve del Perugia calcio qualche anno fa, quando la qualità in campo di un certo Hidetoshi Nakata guidava il Grifo contro le grandi del campionato? Sembra essere nato in quei giorni una sorta di gemellaggio tra il mondo calcistico perugino e il popolo giapponese che, lungi dall'essere solo un ricordo, è tornato a farsi sentire oggi più forte che mai, nel momento del bisogno.

Mazzantini, Materazzi, Ze Maria, Di Livio, Liverani, Gattuso, Matrecano, Miccoli, Goretti, Grosso, Ravanelli, Melli. Sono solo alcuni dei nomi che hanno fatto grande il Perugia Calcio, e che hanno risposto prontamente alla chiamata di solidarietà per scendere in campo il 23 maggio al Renato Curi, insieme alla Nazionale  dei Sindaci Italiani e ai magistrati dell'Associazione Nazionale Magistrati.

Un evento di raccolta fondi, che saranno interamente devoluti alla Municipalità di Sendai -una delle città maggiormente colpite dal terremoto e dallo tsunami che l'11 marzo scorso si sono abbattuti sul Giappone- per ricostruire un centro ricreativo per gli orfani, che verrà battezzato “Casa Perugia”.

“Eravamo appena rientrati dall'Italia”, ha detto oggi il ct della nazionale giapponese Alberto Zaccheroni, a Perugia per presentare l'evento, ricordando i tragici momenti del sisma. “Mentre eravamo alloggiati nel residence che ci ospita, è successo un po' di tutto. Fortunatamente abbiamo vissuto solo l'esperienza del terremoto”.

“Il mio pensiero è rivolto maggiormente ai dispersi, ai morti, circa 27 mila, e a quei bambini che sono ancora lì”, ha detto Zaccheroni, sulla panchina del Giappone da fine agosto. “Io sono qui per ringraziare. Ben vengano queste iniziative, sono un sostegno dal punto di vista psicologico per queste persone colpite… in questo momento in cui ne hanno veramente bisogno. Il popolo giapponese riprenderà sicuramente a marciare perché è molto compatto”, ha detto il tecnico.

“Il mio augurio è che non accada altro”, ha però aggiunto Zaccheroni, evidentemente molto toccato dall'esperienza diretta di quanto accaduto nel paese oggi in grande difficoltà. “La centrale nucleare sembra fuori controllo al momento. Le notizie arrivano frammentate e non sappiamo ancora l'entità di questo danno”.

La partita di solidarietà si giocherà al Curi il 23 maggio alle 18 e 30. L'ingresso sarà di 10 euro per gli adulti e di 5 per gli “under 14”. Alla raccolta fondi sarà possibile partecipare anche attraverso versamenti al conto corrente IT 34 G 02008 03027 0001013266 (Unicredit – Banca di Roma Spa, Agenzia di Perugia, Corso Vannucci).

Sempre in funzione della raccolta fondi per l'iniziativa, poi, il 19 maggio al teatro Morlacchi arriveranno Ryuichi Sakamoto e Alva Noto, il primo considerato uno dei più importanti pianisti e compositori di musica contemporanea, il secondo “ai vertici della produzione mondiale di musica elettronica-contemporanea”. I due, insieme per un tour mondialee, faranno tappa a Perugia per un evento solidaristico, organizzato da MusicalBox e dall'associazione Dancity. 
“La vicenda del Giappone ci ha sconvolto molto”, ha commentato oggi il sindaco di Perugia Wladimiro Boccali. “Forse molto di più quanti di noi hanno già vissuto nella loro terra terremoti, anche se di minore entità, come in Umbria”.

 

(Francesco de Augustinis)

share

Commenti

Stampa