X-Factor, Michele “di Ferro” e la finale è sua/ Domenica Città di Castello lo riabbraccerà nel suo primo concerto - Tuttoggi

X-Factor, Michele “di Ferro” e la finale è sua/ Domenica Città di Castello lo riabbraccerà nel suo primo concerto

Redazione

X-Factor, Michele “di Ferro” e la finale è sua/ Domenica Città di Castello lo riabbraccerà nel suo primo concerto

Ven, 06/12/2013 - 08:28

Condividi su:


X-Factor, Michele “di Ferro” e la finale è sua/ Domenica Città di Castello lo riabbraccerà nel suo primo concerto

Davide Baccarini

Ormai il sogno è pura realtà. Il tifernate doc Michele Bravi ha raggiunto la finale del talent show musicale più ambito. L’intera Città di Castello, dopo aver seguito, passo per passo, il percorso e l’evoluzione di questo 18enne, lo ha quasi “adottato” e con lui ha cantato e si è emozionata. Quel ragazzino timido delle audizioni è ormai sparito ed è subentrato un artista fermo, sicuro e…Vincente! Queste qualità Michele le ha dimostrate soprattutto nella semifinale cantando, per la prima volta, il suo inedito “La vita e la felicità”, pezzo scritto da Tiziano Ferro.
“La vita e la felicità” – A detta di Morgan, questa canzone è stata interpretata da Michele “con un’intensità pazzesca, tanto che ha convinto pure me che non ho dischi di Tiziano a casa…; la sua capacità di dar senso alle cose – ha continuato – mi tocca sempre tanto”.
Prima di cantare il suo inedito, il tifernate lo ha presentato, spiegando e a tutti cosa sia per lui questo dono fattogli da un grande della musica: “La canzone è un regalo che mai avrei potuto immaginare. La prima volta che ho letto il testo è stato come guardarsi allo specchio, come se Tiziano fosse riuscito a dar voce a delle cose che avevo dentro in un modo in cui io non avrei mai saputo fare. E’stata come una bella seduta psicanalitica cantare questo pezzo. Il testo parla di una storia d’amore incompleta che non riesce a trovare una dimensione definita. Parla di vita e felicità senza però mai scadere in banalità. Nel testo si dice ‘nessuna via, nessuna convinzione’ ma io credo che con questo brano lui abbia tracciato sia una via che una convinzione perfetti per me”.
I giudici – Dopo l’intensa esibizione de “La vita e la felicità”, sono seguiti i soliti commenti positivi dei giudici: la Ventura lo ha trovato “eccezionale ed intenso” e ha ricordato come Ferro scrisse un pezzo importante anche per Giusy Ferreri quando era ad X-Factor; Mika ha detto: “Dimentico sempre che tu hai 18 anni per la maturità che hai sia nella presenza che nella voce”; mentre Elio ha ammesso di essere “invidioso” del dono di Ferro a Michele, Morgan ha dichiarato come sia bello creare “artisti per mani di altri artisti”.
Jimi Hendrix – Il secondo brano che Michele ha interpretato nella semifinale è stato “Little Wing” di Jimi Hendrix, di cui il tifernate sentiva un peso ulteriore. Nonostante ciò il giovane cantante è riuscito ad emozionare Morgan che ha commentato: “la difficoltà e il peso del pezzo di un mostro sacro ti hanno spinto a farla meglio”. Mika, invece, “aspetta un disco!”. Michele Bravi, dunque, dopo aver convinto ed emozionato con altre due canzoni interpretate nel pieno delle sue potenzialità, è stato premiato, per l’ennesima volta, dal televoto e dal pubblico italiano. E’uno dei quattro finalisti di X-Factor.
La sorpresa per i fan umbri – Il prossimo appuntamento di Michele è ora con la sua città. Domenica 8 dicembre, alle ore 18, il finalista di X-Factor si esibirà al Teatro degli Illuminati per il suo primo concerto. Sarà allestito anche un megaschermo esterno al teatro per coloro che non riusciranno ad avere il biglietto per l’evento. Dopo questo saluto e questo omaggio alla sua Città di Castello, il giovane poeta tifernate, giovedì 12 dicembre, avrà un appuntamento con il destino…

Leggi anche:

foto da facebook


Condividi su:


Aggiungi un commento