Visita a Spoleto dall’Ambasciatrice del Montenegro Milena Šofranac Ljubojević - Tuttoggi

Visita a Spoleto dall’Ambasciatrice del Montenegro Milena Šofranac Ljubojević

Redazione

Visita a Spoleto dall’Ambasciatrice del Montenegro Milena Šofranac Ljubojević

Mer, 27/04/2022 - 18:10

Condividi su:


Ieri gli incontri con l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria. Al Complesso di San Nicolò la presentazione del libro ‘Mi racconti di lui?’

Prima un incontro con la giunta comunale, poi il confronto con le associazioni di categoria e in ultimo la presentazione del libro ‘Mi racconti di lui?’ della scrittrice umbra Alessandra Squarta. È stata una giornata intensa quella trascorsa ieri a Spoleto dall’Ambasciatrice del Montenegro in Italia Milena Šofranac Ljubojević, accompagnata dalla Prima Segretaria di Ambasciata Dejana Backović e dalla presidente dell’Associazione Italia Montenegro “Regina Elena”, Danijela Djurdjevic.

Due gli incontri avuti a Palazzo comunale insieme al sindaco Andrea Sisti. Il primo, a cui hanno partecipato anche agli assessori Luigina Renzi, Agnese Protasi, Letizia Pesci e Danilo Chiodetti è stato un momento di confronto utile non solo a rinsaldare i rapporti di gemellaggio avviati negli anni ‘70 con la città montenegrina di Cetinje, ma anche per mettere in fila le possibili collaborazioni da avviare in ambito culturale.

Le nostre comunità devono essere portatrici di una visione comune europea che deve unire i popoli. Spoleto ha un legame trentennale con Cetinje che si è cementato negli anni e che vogliamo tornare a vivere attivamente – sono state le parole del sindaco SistiLa nostra è una città aperta culturalmente, grazie alla presenza di istituzioni di enorme valore come il Festival dei Due Mondi, il Teatro Lirico Sperimentale e il Centro italiano di studi sull’alto medioevo e anche dal punto di vista imprenditoriale vogliamo creare delle sinergie”.

Il motivo della mia presenza quiha spiegato l’Ambasciatrice del Montenegro in Italia Milena Šofranac Ljubojević è legata proprio alla volontà di sviluppare rapporti culturali con la città di Spoleto, perché abbiamo intenzione di creare nuovi legami tra l’Italia e il Montenegro, di costruire ponti: gli ambasciatori ed i sindaci passano, ma questo tipo di relazioni possono restare nel tempo. Da parte mia c’è la massima disponibilità a lavorare affinché si possano costruire nuove forme di collaborazione”.

Nel pomeriggio si è invece tenuto l’incontro con le associazioni di categoria a cui hanno partecipato, insieme al sindaco Sisti, al presidente del Consiglio comunale Marco Trippetti e all’assessore Danilo Chiodetti, Stelvio Gauzzi (Confartigianato), Tommaso Barbanera (Confcommercio), Carla Contenti (Federalberghi), Fabio Chiavari (Confindustria), Mauro Storri (Confesercenti) ed Emanuele Marini (Coldiretti). Partendo dal dato storico fornito dalla presidente dell’Associazione Italia Montenegro “Regina Elena”, Danijela Djurdjevic e legato alla presenza in Montenegro di molti professionisti formatisi a Spoleto negli anni ‘70 e ‘80, l’Ambasciatrice, rivolgendosi ai rappresentanti delle associazioni di categoria, ha espresso la volontà di “sviluppare sinergie tra Spoleto e il Montenegro che hanno punti comuni su cui poter avviare eventuali collaborazioni. Questo è un territorio molto interessante e importante per noi. La mia missione è far conoscere le potenzialità del nostro Paese, cosa offre al mondo degli imprenditori per capire come poter avviare relazioni con il mondo imprenditoriale”.

La giornata dell’Ambasciatrice Milena Šofranac Ljubojević a Spoleto si è conclusa al Complesso Monumentale di San Nicolò dove, insieme al sindaco Andrea Sisti, al sindaco di Nocera Umbra Virginio Caparvi e all’assessore Danilo Chiodetti, ha partecipato alla presentazione del libro ‘Mi racconti di lui?’ di Alessandra Squarta, recentemente pubblicato in italiano e in lingua montenegrina dall’editore, storico e giornalista Nenad Stevović, un romanzo storico che racconta la storia di Lisena, nata alla fine della Seconda Guerra Mondiale, donna che trascorre gran parte della sua vita al fianco della madre, ma alla continua ricerca del padre, un partigiano montenegrino che non ha mai conosciuto.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!