Vini nel Mondo 2015, un ponte inebriante tra innovazione e tradizione - Tuttoggi

Vini nel Mondo 2015, un ponte inebriante tra innovazione e tradizione

Redazione

Vini nel Mondo 2015, un ponte inebriante tra innovazione e tradizione

La manifestazione, in programma a Spoleto dal 30 maggio al 2 giugno, patrocinata dal Mipaaf e da Expo, quest’anno celebra il decennale
Lun, 18/05/2015 - 18:53

Condividi su:


Vini nel Mondo 2015, un ponte inebriante tra innovazione e tradizione

Sarà un ponte inebriante. A Spoleto. Dal 30 maggio. Così recita il claim scelto per la comunicazione di Vini nel Mondo 2015. E bene si presta a sintetizzare non solo l’entusiasmo e la creatività messi in campo da organizzatori e promotori dell’evento – la Meet Eventi di Alessandro Casali e l’Associazione Arte Gusto e Cultura presieduta da Fernando Leonardi – ma soprattutto le tante e articolate novità studiate per un’edizione speciale. Sì perché la manifestazione, in programma a Spoleto dal 30 maggio al 2 giugno 2015 e patrocinata dal Mipaaf e da Expo, quest’anno celebra il decennale. Un traguardo da festeggiare al meglio, innovando ma sempre nel solco di una tradizione ben consolidata.
Tradizione. Vini nel Mondo 2015 coniuga la scoperta dei migliori vini italiani con la città patrimonio Unesco di Spoleto che per l’occasione si trasformerà in una suggestiva cantina a cielo aperto. Anche quest’anno il ricco cartellone offrirà alle decine di migliaia di appassionati degustazioni guidate, cooking show, lezioni a cura di celebri sommelier in alcuni dei più suggestivi palazzi storici della città come il Chiostro di S. Nicolò e la Rocca Albornoziana. Ma anche un convegno economico che, nell’anno dell’Expo, farà il punto sul “caso Italia” e su tematiche strategiche come qualità, innovazione, economia, sostenibilità e salute. In programma il 30 maggio 2015 alle ore 16.00 negli spazi del Chiostro di S. Nicolò, la tavola rotonda è co-organizzata sotto il profilo scientifico con la Scuola di Specializzazione in Scienza della Nutrizione dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” diretta dal Professore Antonino De Lorenzo.
Vini nel Mondo 2015 sarà anche innovazione. Nell’approccio adottato, ma anche nei contenuti nuovi e numerosi. A partire dalla sua durata: non più tre ma quattro giornate per permettere al grande pubblico di apprezzare appieno un’offerta vitivinicola arricchita. Quest’anno ad esporre i propri vini saranno – tra gli altri – la medaglia olimpica Juri Chechi, socio conferitore della marchigiana Cantina Colle del Giglio; Marco Profumo, a. d. dell’azienda vitivinicola Mossi e Piero Mastroberardino, produttore di vino simbolo del Made in Italy. Il ponte inebriante all’insegna del bere di qualità quest’anno sarà più esteso grazie alla partnership siglata con Cantine Aperte che dal 30 e al 31 maggio farà scoprire i migliori vini proprio dove nascono. Dal 30 maggio al 2 giugno Vini nel Mondo trasformerà Spoleto nella capitale del vino, ma anche dell’intrattenimento con musica dal vivo ogni sera all’interno dei siti espositivi dalle 19.00 alle 22.00.
Inoltre la Wine Night Show quest’anno vedrà non solo lo spettacolo di Piazza Duomo, ma anche eventi live in Piazza Garibaldi e Piazza Libertà. Nel corso della serata la mescita di vino al pubblico sarà allestita in caratteristici stand nelle piazze Garibaldi, della Libertà e della Signoria. Da quest’anno poi i biglietti sono
acquistabili anche on line sul sito www.vininelmondo.org e presso un circuito di enoteche site al centro di Roma. Sempre sul sito ufficiale della manifestazione anche convenzioni e agevolazioni.


Condividi su:


Aggiungi un commento