Verso le elezioni, fermento nelle liste civiche. Ecco chi torna, chi scompare e chi si 'ricolloca' - Tuttoggi

Verso le elezioni, fermento nelle liste civiche. Ecco chi torna, chi scompare e chi si ‘ricolloca’

Claudio Bianchini

Verso le elezioni, fermento nelle liste civiche. Ecco chi torna, chi scompare e chi si ‘ricolloca’

Lo scenario è in continua evoluzione e si registrano i primi colpi di scena | Non si escludono nuovi aspiranti sindaco
Mar, 26/03/2019 - 14:25

Condividi su:


Verso le elezioni, fermento nelle liste civiche. Ecco chi torna, chi scompare e chi si ‘ricolloca’

Sono cinque – almeno ad oggi – i candidati sindaco pronti a sfidarsi per la conquista di Foligno.

Gli schieramenti principali sono ormai definiti, ma non si escludono ulteriori sorprese, e c’è chi è pronto a scommettere che un altro paio di aspiranti alla fascia tricolore, potrebbero spuntare fuori.

Nel fine settimana è arrivata la prima nota congiunta ufficiale della ‘nuova coalizione di centrosinistra’ – così si definiscono – a firma di Carlo Elia Schoen per il Partito Democratico; Giuliana Zanarini per Foligno in Comune; Guido Cucciarelli per Foligno Soprattutto; Guido Tofi per il Patto per Foligno e Simone Bellucci per Foligno 2030.

Sono le cinque forze politiche che sostengono la candidatura di Luciano Pizzoni, manager 52enne della Umbra Group. “Figura significativa nel contesto cittadino per il suo percorso personale e professionale contraddistinto da un impegno nel settore della ricerca, sviluppo ed innovazione in una delle più rilevanti aziende del territorio – scrivono i cinque in una lunga nota – persona che oltre al suo lavoro, è impegnata nel campo dell’associazionismo e del sociale, che si mette a disposizione della sua città con generosità, pr un nuovo progetto che punti su lavoro, innovazione, inclusione, ambiente e partecipazione”.

Il via libera a Luciano Pizzoni è arrivato anche da Foligno in Comune: un’approvazione a maggioranza – fanno sapere – con nessun voto contrario e due astenuti. Ricomposta quindi la coalizione, che alle passate elezioni schierò Elisabetta Piccolotti contro Mismetti senza nemmeno apparentarsi al secondo turno di ballottaggio.

Non saranno invece della partita i Socialisti che comunque a Foligno hanno storicamente vantato una lunga ed importante tradizione: dal sindaco Rolando Stefanetti all’ex vicesindaco Massimiliano Romagnoli, braccio destro di Mismetti nella prima legislatura, poi dimessosi a causa del ‘fuoco amico’. E non ha terminato la legislatura nemmeno l’assessore socialista Emiliano Belmonte, dimessosi per “problematiche all’interno del cenrosinistra e del Partito Socialista”.

La coalizione di Pizzoni non potrà contare nemmeno sulla lista civica centrista ‘Movimento per Foligno’ che risultò comunque determinante nelle precedenti elezioni. E’ infatti ormai rottura tra il sindaco Mismetti e l’ex senatore Maurizio Ronconi, mentre Lorenzo Schiarea, ex capogruppo del Movimento per Foligno, si è dimesso dal Consiglio Comunale a poche ore dalla presentazione ufficiale di Stefano Zuccarini e dovrebbe ricandidarsi nel campo del centrodestra folignate.

Perde pezzi anche la lista Foligno Soprattutto: il capogruppo Enrico Tortolini sarebbe infatti in procinto di lasciare la lista civica e addirittura il centrosinistra. Non resterà anche attendere il prossimo consiglio comunale convocato per giovedì 28 marzo. Tortolini, consigliere comunale delegato allo Sport può vantare grandi successi tra i quali il riconoscimento di Foligno Città Europea dello Sport. Una pedina particolarmente importante nello scacchiere politico cittadino.

Chi viene, chi va, chi lascia: altro ‘pezzo da novanta’ che scenderà in pista – tanto per restare in tema – è Gian Luca Mazzocchio, presidente dell’Atletica Winner, che veniva già dato tra i papabili nel toto sindaco.

Il Movimento Cinque Stelle ha già lanciato la candidatura dell’ex presidente della Quintanella di Scafali, David Fantauzzi. Ma intanto ecco che il ‘Movimento Stelle nel Cuore‘ si sta adoperando per raccogliere candidature le firme necessarie per prensentare una lista autonoma alle amministrative del prossimo 26 maggio. E potrebbero essere una spina nel fianco dei grillini.

Sfumerebbe invece l’ipotesi di affiancare la lista civica “Centro del Mondo – Giustozzi Sindaco” al candidato di CasaPound che è stato il primo a scendere in campo con tanto di investitura dei leader nazionali.

E potrebbe spuntare nelle scenario elettorale anche la lista civica ‘Cambiare Foligno’ che sostenne la candidatura del candidato sindaco del centrodestra Daniele Mantucci nella sfida di dieci anni fa contro Nando Mismetti, e si ripresentò cinque anni fa a sostegno della candidatura di Stefania Filipponi.

Stefania Filipponi che ha indicato in Stefano Stefanucci il candidato sindaco della lista civica Impegno Civile.


Condividi su:


Aggiungi un commento