Vasi etruschi e romani arricchiscono sede della Finanza a Orvieto

Vasi etruschi e romani arricchiscono sede della Finanza a Orvieto

Redazione

Vasi etruschi e romani arricchiscono sede della Finanza a Orvieto

Si tratta di anfore, orci, olle e giare, risalenti al VII-VI secolo a.C. concessi in uso alla Finanza di Orvieto dalla Soprintendenza
Mar, 26/05/2020 - 11:58

Condividi su:


Vasi etruschi e romani arricchiscono sede della Finanza a Orvieto

Cinque manufatti (nello specifico dei vasi) di elevato interesse archeologico, di origine etrusca e romana, sono stati concessi in uso dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria alla Caserma “MBVM Guardia Ferdinando Calabresi”, sede della Tenenza della Guardia di Finanza di Orvieto.

Le fiamme gialle sono ospitate nello storico Palazzo Tiberio Crispo – Marsciano, costruito nel XVI secolo e annoverato quale immobile demaniale di notevole pregio.

La consegna e l’esposizione di anfore, orci, olle e giare, risalenti al VII-VI secolo a.C., ha completato l’arredamento delle nicchie murali presenti nello
scalone monumentale del palazzo, impreziosendo ancora più il già elevato
valore storico, artistico e culturale della prestigiosa sede.

La consegna dei vasi è avvenuta presso i locali della Tenenza della Guardia di Finanza di Orvieto, tra il Dott. Luca Pulcinelli per la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria ed il Tenente Fabio Tufano
Comandante del Reparto. Le Fiamme Gialle Ternane, nel ringraziare, in particolare, le dirigenti della Soprintendenza: Dott.ssa Marica Mercalli e Dott.ssa Rosaria Mencarelli, che hanno reso possibile la consegna dei manufatti, ricordano il costante impegno della Guardia di Finanza, quale Corpo di Polizia Economica e Finanziaria, nelle attività di ricerca, prevenzione e contrasto del falso nell’arte, a tutela della proprietà industriale e del diritto d’autore.


Condividi su: